Peugeot Rifter, con motore PureTech 130 per amanti avventura

Con il cambio automatico EAT8, 3 allestimenti e due lunghezze

Redazione ANSA ROMA

Con 175 immatricolazioni nel solo mese di febbraio, Rifter occupa il gradino più alto del podio nel segmento 'multispazio'. Amato dagli italiani che lo scelgono per il lavoro e per il tempo libero, Rifter ha saputo rivoluzionare il settore dei multispazio, grazie alla sua forte connotazione che trae ispirazione dal mondo dei suv.

Rifter si presenta nel mercato italiano con una ampia gamma di motorizzazioni che prevede anche il motore PureTech da 130 CV, abbinato al cambio automatico EAT8. Il PureTech 130, infatti, è apprezzatissimo anche sulla gamma dei suv del Leone e, non a caso, ha vinto per quattro anni consecutivi il premio di Engine Of The Year.
    Grande vocazione per l'avventura quindi per un modello che ha saputo coniugare caratteristiche apparentemente inconciliabili come grande abitabilità a bordo, versatilità dello spazio interno, dimensioni contenute anche per un utilizzo urbano, comfort di bordo, forte connotazione da suv e la capacità di affrontare lunghi viaggi anche sullo sterrato, potendo contare su tecnologie di avanguardia.
    Oggi fa il suo debutto nella gamma Rifter il nuovo motore benzina PureTech da 130 CV, un motore che ha vinto per quattro anni consecutivi l'ambito premio di Engine of The Year e che è stato adottato da tantissimi altri modelli della casa del Leone.
    Un motore moderno, ad iniezione diretta, dotato anche di filtro antiparticolato GPF e dal carattere molto vivace, che esalta ancor più il dinamismo del modello. Viene abbinato di serie all'efficace cambio automatico ad 8 rapporti EAT8, in grado di esaltare ancor più le caratteristiche di questo motore da 130 CV.
    Maggiore altezza dal suolo, grandi ruote protette da ampi passaruota, protezioni dei sottoporta e degli scudi paraurti generose, sono caratteristiche che gli danno una forte personalità. Disponibile a richiesta vi è infatti l'Advanced Grip Control che, con l'abbinamento di serie dei pneumatici M+S da 16", aumenta la trazione su fondi scivolosi e amplia così il raggio di azione del mezzo. La funzione HADC, poi, permette poi il controllo automatico della velocità in discesa del mezzo, elevando ancor più la sicurezza del veicolo in situazioni limite.
    Con Rifter, Peugeot porta al debutto su questo segmento di mercato l' i-Cockpit, quella rivoluzione totale del posto di guida che ha saputo riscrivere le regole dell'ergonomia delle automobili per esaltare l'esperienza che si vive alla guida, aumentandone in parallelo la sicurezza e anche il comfort.
    Costruito sulla piattaforma EMP2, poliedrico, modulare e pratico, Rifter è disponibile in due diverse lunghezze, 4,4 o 4,75 metri, entrambe acquistabili in versione a 5 o 7 posti. Per ciò che riguarda gli allestimenti, sono 3, ciascuno disponibile in due diverse lunghezze di corpo vettura: Active, Allure e GT Line. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie