ANSAcom

ANSAcom

1000 Miglia, Alfa 6C 1750 prima in vista arrivo a Brescia

Vesco precede le due Lancia Lambda di Belometti e Fontanella

ROMA ANSAcom

Andrea Vesco e Fabio Salvinelli alla guida di un Alfa Romeo 6C 1750 Super Sport del 1929 numero 43 hanno ripreso il comando della classifica dopo la prova Boccadiganda 8 con 72.492 punti. A soli 56 punti di distanza, Andrea Luigi Belometti e Gianluca Bergomi a bordo di una Lancia Lambda Spider Casaro del 1929 numero 41, che erano passati in testa al termine della tappa di ieri, da Roma a Bologna, con 64.944 punti.

In terza posizione Gianmario Fontanella e Anna Maria Covelli su una Lancia Lambda Casaro del 1927 numero 24. Nel pomeriggio la 1000 Miglia 2021 non prevede altre prove cronometrate; per cui - salvo sorprese e imprevisti - questa potrebbe essere la classifica definitiva.

Partiti questa mattina da Bologna gli equipaggi ancora in gara hanno raggiunto le città di Modena e Reggio Emilia per poi arrivare a Mantova prima di raggiungere la splendida Piazza Bra a Verona per il pranzo. Con questo 'passaggio' la 1000 Miglia porta il suo omaggio a Verdi qualche ora prima dell’Aida prevista questa sera all’Arena, in occasione del 150mo anniversario dell’opera, diretta dal maestro Riccardo Muti.

“Oggi è una giornata storica - ha commentato Aldo Bonomi, presidente di Automobile Club di Brescia - Non vi era mai stato prima d'ora un abbinamento così significativo tra arte e motori: lo stop in piazza Bra è qualcosa di eccezionale, un momento che si ricollocherà nello spirito della ripartenza dopo mesi difficilissimi in cui tutto il nostro Paese ha sofferto. Siamo orgogliosi di poter aggiungere un tocco unico a una giornata che per Verona è già così densa di significato e di grandi eventi”.

Pochi minuti di riposo e le vetture da Verona sono ripartite verso il lago, raggiungendo prima Peschiera e successivamente Sirmione e Desenzano per l’ormai classico saluto. Gli equipaggi scopriranno panorami che rappresentano una novità assoluta per la 1000 Miglia come quelli di Salò, ripercorrendo il tratto del Circuito del Garda disputato per la prima volta nel 1921 e che quest’anno celebra il suo centenario. In città l’ultimo controllo a timbro e poi via verso il traguardo di Brescia passando dalla Valsabbia, dove gli abitanti del luogo vedranno passare la Freccia Rossa per la prima volta. Paesaggi indimenticabili e pubblico caloroso non sono passati inosservati per i piloti, compresi quelli d’eccezione.

“Abbiamo concluso la tappa più lunga di questa 1000 Miglia, e siamo stati accolti ovunque con un calore incredibile - racconta John Elkann, presidente di Stellantis, che gareggia a bordo di una Alfa Romeo 1900 C Super Sprint del 1956 - Oggi desideriamo sottolineare il lavoro del team di supporto del dipartimento Heritage che in breve tempo ha ripristinato il leveraggio della frizione della nostra Alfa Romeo, messo alla prova dalle discese tra Umbria e Toscana. Così dopo gli storici passi di Futa e Raticosa siamo arrivati in Emilia, terra di motori dove si respira sempre un’aria speciale per la grande partecipazione del pubblico”.

Oltre alla lotta per il podio, è l’entusiasmo per la gara più bella del mondo a coinvolgere tutti e il pubblico è un grande protagonista, come confermano le voci raccolte tra l’arrivo a Bologna e la partenza di stamattina. “Il percorso della terza tappa è stato bellissimo - ha commentato Ezio Sala, co-pilota insieme a Pietro Bonomi di una Lancia Lambda Torpedo del 1927 numero 22 - ma i due passi della Futa e di Raticosa sono stati davvero impegnativi. Noi siamo stanchi, ma la macchina va che è una meraviglia. Abbiamo ritrovato il calore delle persone lungo tutto il tragitto e questo per noi vale tantissimo.”

L’arrivo sulla tradizionale rampa allestita in viale Venezia a Brescia è previsto a partire dalle 16, un ultimo sforzo prima di celebrare i vincitori dell’edizione 2021. A Brescia farà rientro l’intero convoglio composto, oltre che dalle vetture storiche in gara, anche dal Ferrari Tribute 1000 Miglia, dalle supercar e hypercar della 1000 Miglia Experience, a cui si aggiungono gli equipaggi della guest car numero 1000 - l’Alfa Romeo Spider 1954 con a bordo la conduttrice televisiva Camila Raznovich - e della la Pink Car, l’auto tutta al femminile che ha l’obiettivo di sostenere la raccolta fondi organizzata da 1000 Miglia Charity a favore del Women’s Cancer Centre. A bordo della vettura, un’Aston Martin DBX rosa, si sono alternate diverse celebrities come Caterina Balivo, Cristina Parodi, Francesca Piccinini e Melissa Satta.

Come lo scorso anno, l’evento è stato pensato all’insegna della sicurezza e si può seguire in live streaming l’arrivo delle vetture collegandosi al sito: https://1000miglia.it/eventi/1000-miglia- 2021/live-streaming/

In collaborazione con:
1000 Miglia

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie