La cena subito prima di coricarsi 'disturba' la glicemia

Notati gli effetti in misura maggiore in una mutazione genetica

Redazione ANSA ROMA

Cenare subito prima di andare a dormire la sera, quando i livelli di melatonina sono alti, disturba il controllo della glicemia, specialmente nelle persone che hanno una variante genetica del recettore della melatonina (il Mtnr1b), che è stato collegato a un rischio elevato di diabete di tipo 2. A dirlo è una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica Diabetes Care da un gruppo di lavoro del Massachusetts General Hospital, del Brigham and Women's Hospital e della spagnola Università di Murcia.

Allo studio hanno partecipato 845 persone. Gli studiosi hanno analizzato il codice genetico di ciascuna persona all'interno del gene del recettore della melatonina-1b (Mtnr1b) perché ricerche precedenti avevano collegato una sua variante con un rischio elevato di diabete di tipo 2.

Il team ha scoperto che i livelli di melatonina nel sangue dei partecipanti erano 3,5 volte più alti dopo la cena fatta più a ridosso dell'ora di andare a dormire. Quell'orario ha anche comportato livelli di insulina più bassi e livelli di zucchero nel sangue più elevati. A fine cena, i partecipanti con l'Mtnr1b avevano livelli di zucchero nel sangue più elevati rispetto a quelli senza questa variante genetica. "Abbiamo scoperto che mangiare tardi ha disturbato il controllo della glicemia nell'intero gruppo. Inoltre, questo controllo alterato del glucosio è stato osservato principalmente nei portatori di varianti di rischio genetico", afferma l'autrice principale del lavoro, Marta Garaulet, docente di fisiologia e nutrizione nel Dipartimento di Fisiologia dell'Università di Murcia. Gli esperimenti hanno rivelato che gli alti livelli di melatonina e l'assunzione di carboidrati associati alla cena tardiva alterano il controllo della glicemia a causa di un difetto nella secrezione di insulina. Gli autori osservano che per la popolazione generale può essere consigliabile astenersi dal mangiare per almeno un paio d'ore prima di coricarsi. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA