Covid, i vaccini non sono sufficienti senza il distanziamento

Dal caso degli Stati Uniti indicazioni utili anche per altri Paesi

Redazione ANSA

I vaccini da soli non bastano per fermare la pandemia: per evitare nuove ondate rimangono fondamentali le misure di contenimento dei contagi come il distanziamento sociale. Lo dimostra uno studio sulla mobilità reale delle persone negli Stati Uniti, dal quale si possono trarre indicazioni utili anche per gli altri Paesi. I risultati sono pubblicati sulla rivista Scientific Reports da un gruppo di ricerca internazionale, guidato dall'Università di Lione, a cui ha partecipato anche l'Italia con l'Università Federico II di Napoli.

I ricercatori hanno analizzato il caso statunitense partendo dai dati relativi alla mobilità reale delle persone ottenuti da OpenSky Network, un'associazione no-profit che dà accesso ai dati del traffico aereo a scopo di ricerca. Questi numeri sono stati inseriti in un modello matematico già usato per prevedere le ondate di Covid-19 negli Usa, a cui sono stati poi aggiunti i dati relativi alla campagna vaccinale in atto. I risultati dimostrano che la sola vaccinazione non può fermare la seconda ondata attualmente in corso, "sia perché è impossibile vaccinare tutti in una volta sola, sia perché c'è un considerevole lasso di tempo tra la vaccinazione e l'immunità", spiega la ricercatrice Anna Sigridur Islind dell'Università di Reykjavik in Islanda.

"I nostri risultati dovrebbero applicarsi ovunque" e non solo agli Stati Uniti, spiega Francesco Sannino, professore ordinario al dipartimento di fisica dell'Università Federico II e docente alla Scuola Superiore Meridionale di Napoli. "Sebbene ci possano essere delle differenze a livello locale, su grandi scale non ci aspettiamo differenze troppo grosse. Il Covid-19 è un fenomeno complesso e per questo è necessario prendere tutte le precauzioni. Per quanto tempo ancora dipende dall'efficacia dei vaccini, dalla durata dell'immunità e dalle mutazioni del virus. Non si può fare una predizione precisa, ma campagne vaccinali rapide e globali sono necessarie insieme al distanziamento sociale".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA