Le mostre del week end, da Yuval Avital a Luigi Pericle

Roma celebra Dante, a Padova ancora visite online per van Gogh

di Marzia Apice MILANO

MILANO - C'è molta arte contemporanea nelle mostre allestite in questi giorni in cui i musei restano ancora chiusi e nelle gallerie si può accedere solo con un rigoroso contingentamento. Intanto proseguono attività digitali e visite guidate online, come per la grande mostra padovana dedicata a van Gogh.

MILANO - Un racconto onirico scandito in oltre 100 opere, molte delle quali inedite, per delineare i concetti di identità/subconscio, oscurità/luce e amore/desiderio: è "Etere", personale dell'artista e compositore Yuval Avital a cura di Annette Hofmann, allestita a Building dall'8 aprile al 26 giugno. Pensato appositamente per l'architettura di Building, il progetto espositivo si configura come un ambiente immersivo e totalizzante che rende protagonista e indaga l'universo multidisciplinare dell'artista con le sue creazioni "icono-sonore", così da lui definite sin dall'inizio della sua ricerca. E' possibile visitare la mostra anche online attraverso una modalità di fruizione tridimensionale disponibile sul sito www.artland.com. "Bored Queen Overlooks Her Fields" è la prima personale italiana della giovane artista tedesca Sophie Ullrich, allestita dal 16 aprile al 30 maggio presso Tube Culture Hall: in mostra 12 nuovi dipinti, frutto della chiusura forzata e della noia vissute durante la pandemia, che raccontano della natura, di attività domestiche, celebrando l'umorismo che non dobbiamo perdere soprattutto in questi tempi difficili.

FIRENZE - "Trasloca" direttamente sul web (disponibile gratuitamente via computer e smartphone), la mostra archeologica "Imperatrici, matrone, liberte", la prima a essere offerta dalle Gallerie degli Uffizi sul proprio sito in formato visita digitale. L'esposizione, articolata in tre sezioni e a cura di Novella Lapini, presenta circa 30 opere che raccontano la vita delle donne romane nei primi due secoli dell'Impero (dagli inizi del I alla seconda metà del II secolo d.C.).

PADOVA - Mentre ne è stata annunciata la proroga fino al 6 giugno, proseguono le visite guidate online della grande mostra "Van Gogh, I colori della vita", la maggiore mai allestita in Italia sul pittore olandese, allestita al Centro Culturale San Gaetano. Il prossimo appuntamento con il tour guidato dal curatore Marco Goldin è il 15 aprile, ma la registrazione sarà visibile per chi acquista il biglietto fino al 18.

MAREMMA - Si intitola "Musei on the road" la campagna social che attraverso una serie di 40 video racconta i musei e le aree archeologiche del Sistema Musei di Maremma. I documentari, ognuno della durata di circa 10 minuti, sono dedicati ai singoli musei del territorio e ne raccontano anche il contesto storico e culturale, tra aneddoti e curiosità. A partire dal 13 aprile, i video saranno diffusi sul canale Youtube del Sistema Musei di Maremma tutti i martedì e giovedì dalle ore 14 e condivisi sulle pagine Facebook di tutti i musei coinvolti.

ROMA - Terrificante, abbagliante, contemporanea: è la mostra "Dante" proposta dalla Fondazione Alda Fendi - Esperimenti e in programma dal 15 aprile al 15 luglio negli spazi della rhinoceros gallery. La mostra offre un'originale rivisitazione della Divina Commedia che nasce dall'intreccio delle progetto fotografico EverAfter di Claudia Rogge e Dante. In a private dream of Raffaele Curi e si arricchisce con la presentazione dell'iniziativa La parola di Dante fresca di giornata dell'Accademia della Crusca. Dal 10 aprile al 29 maggio si potrà visitare (al momento solo su prenotazione) nella sede romana della Dorothy Circus Gallery la doppia personale degli artisti Peca e Koh Kisung, dal titolo "God & Mezcal" e "Yuri": il progetto espositivo sottolinea come per entrambi gli artisti, pur nella loro diversità, sia fondamentale esplorare i temi della spiritualità e della connessione umana con la natura e con l'universo, attraverso lavori caratterizzati dalla padronanza della tecnica pittorica e dall'attenzione particolare nei confronti della luce.

LUGANO - "Luigi Pericle. Ad astra" è la prima retrospettiva in Svizzera del pittore e disegnatore svizzero di origini italiane Luigi Pericle allestita al MASI Museo d'arte della Svizzera italiana dal 18 aprile al 5 settembre. Diviso in 5 sezioni, il percorso documenta l'universo artistico e spirituale di Pericle, soffermandosi sugli studi di calligrafia, astrologia, teosofia, filosofia Zen e su quelli del canone universale della storia dell'arte, ma anche sulla loro trasposizione nelle opere.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie