Torna a Rimini 23/a edizione del Festival del Mondo Antico

Dal 3 al 25/7. Al centro i duemila anni del Ponte di Tiberio

Redazione ANSA BOLOGNA

(ANSA) - BOLOGNA, 21 GIU - Sono i duemila anni del Ponte di Tiberio, l'ispirazione del tema dell'edizione 2021 di Antico/Presente Festival del Mondo Antico, in programma a Rimini Cattolica, Riccione e Santarcangelo dal 3 al 25 Luglio, con una appendice il 22 settembre. E una anteprima con una serie di conferenze il 23 e il 30 giugno. Giunta al suo 23/o appuntamento la kermesse si intitolerà 'Attraversare ponti' e vedrà, tra i protagonisti, Daniel Pennac, Massimo Recalcati, Giuseppe Catozzella, Giovanni Brizzi, Franco Cardini, Lia Celi e alcuni dei direttori dei più prestigiosi musei italiani Gli incontri si terranno - nelle serate di luglio - in parte al Museo della Città di Rimini all'interno del giardino Lapidario romano e, in parte, in una sede 'speciale': la Piazza sull'Acqua affacciata sull'invaso del Ponte di Tiberio che festeggia duemila anni di storia. Voluto da Ottaviano Augusto, la sua costruzione è iniziata nel 14 d.C. ed è stata completata, in soli sette anni, nell'anno 21 d.C. sotto il regno del successore Tiberio, di cui mantiene il nome. Il ponte ha attraversato le vicende storiche di Rimini subendo a più riprese distruzioni, crolli e ricostruzioni: demolito in parte dai Goti nel 552, danneggiato da Pandolfaccio nel 1528, colpito dai terremoti del 1672 e del 1786, minato, ma poi salvato, dai tedeschi in ritirata nel 1944.
    Il Festival riminese si dipanerà tra conferenze, lectio magistralis, narrazioni storiche, le più recenti scoperte archeologiche sugli scavi di Rimini. E poi spettacoli, laboratori per bambini e ragazzi, narrative digitali e percorsi guidati sul ponte di Tiberio e su quello di Savignano sul Rubicone. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie