Arriva il Giro d'Italia in E-R con la Piacenza-Sestola

Poi la Modena-Cattolica, Bonaccini: 'Segno di ripartenza'

Il Giro d'Italia arriva in Emilia-Romagna con le tappe Piacenza-Sestola, l'11 maggio, e Modena-Cattolica, il 12 maggio, oltre 350 chilometri che si snoderanno per la gran parte proprio lungo la via Emilia, antica via consolare che attraversa, unisce e dà il nome a tutta la regione.
    "È con particolare orgoglio che ospitiamo questa edizione, con ben quattro tappe, che percorreranno tutto il nostro splendido territorio, dalla pianura all'Appennino e fino al mare - dice il presidente della Regione, Stefano Bonaccini - Mai come quest'anno abbiamo bisogno di guardare con ottimismo al futuro e il Giro può diventare il simbolo di una ripartenza che, al più presto, vogliamo vera, solida e duratura. Senza abbassare la guardia sulla sicurezza che deve sempre restare al primo posto, ma confortati dai dati sulle vaccinazioni che proseguono a ritmo spedito".
    La quarta tappa del Giro da Piacenza porterà a Sestola (186 chilometri e un dislivello di 1.800 metri) attraverso l'Appennino modenese, con una prima parte fino a Parma, rettilinea e pianeggiante lungo la Statale 9, passando per Pontenure, Roveleto (frazione del Comune di Cadeo), Fiorenzuola D'Arda, Fidenza, Sanguinaro e Ponte Taro. Più impegnativa la seconda parte: dopo Montecreto la corsa arriva a Fanano dove inizia la salita di Colle Passerino con pendenze per lunghi tratti oltre il 10% e punte prolungate del 13-14%. Sarà il primo snodo cruciale del Giro.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Aeroporto di Bologna



      Modifica consenso Cookie