Emilia-Romagna

Musica: il Rossini Open chiude con la Harmoniemusik

Il 12 a Lugo con i fiati della Filarmonica Toscanini

(ANSA) - BOLOGNA, 11 SET - Ultimo appuntamento, il 12 settembre, col Festival Rossini Open, la rassegna promossa dal Teatro Rossini di Lugo di Romagna: alle 21 nel Giardino di Villa Malerbi, arriva l'Ensemble di Fiati della Filarmonica Toscanini, con Gian Piero Fortini e Massimo Parcianello (oboe), Sandu Nagy (flauto), Daniele Titti e Miriam Caldarini (clarinetto), Davide Fumagalli e Fabio Alasia (fagotto), Fabrizio Villa e Davide Bettani (corno).
    In programma musiche originali per fiati di Mozart, Nino Rota e Charles Gounod. Uno dei gruppi cameristici più attivi della Toscanini è senza dubbio quello dei fiati, che da molti anni delizia il suo pubblico con il grande repertorio della cosiddetta Harmoniemusik, termine tedesco quasi intraducibile: qualcuno azzarda "musica per banda", ma non è del tutto esatto.
    È sì musica originale o trascrizioni per gruppi di strumento a fiato, da cinque a otto, ed è ovviamente parente della banda.
    Ma Harmoniemusik significa soprattutto un repertorio raffinato ed elitario che a cavallo fra Sette e Ottocento spopolò negli ambienti aristocratici vicini all'Imperatore d'Austria, per allietare feste, cene o momenti conviviali.
    Mozart e Beethoven vi dedicarono pagine meravigliose: ricordiamo l'Harmoniemusik nel Don Giovanni per allietare la cena del grande seduttore. Per la chiusura della prima edizione di Rossini Open verranno eseguite la Serenata per fiati n. 11 in mi bemolle maggiore KV 375 di Mozart, la Piccola offerta musicale di Rota e la rarissima Petite Symphonie per fiati CG 560 di Charles Gounod. Info: www.teatrorossini.it. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Aeroporto di Bologna



      Modifica consenso Cookie