Per il futuro dell'Ue i francesi puntano su difesa, energia e industria

Presentate al governo conclusioni della consultazione nazionale

Redazione ANSA

BRUXELLES - Arrivano le proposte dei cittadini francesi per il futuro dell'Europa. In Francia infatti il governo ha condotto un esercizio di partecipazione nazionale dei cittadini parallelo alla Conferenza sul Futuro dell'Europa i cui risultati contribuiranno alle conclusioni finali della conferenza stessa. La consultazione francese si è sviluppata su diciotto panel a base regionale e una conferenza online destinata ai giovani a cui hanno partecipato oltre 50.000 studenti.

Le conclusioni, depositate oggi all'attenzione del Segretario di Stato per gli affari europei Clemente Beaune, contengono tre raccomandazioni per le istituzioni europee per migliorare il futuro dell'Ue. La prima proposta si concentra sullo sviluppo dell'efficienza energetica e chiede "un cambiamento che miri a incoraggiare la riduzione del consumo energetico in Europa e lo sviluppo delle energie rinnovabili", spiegano nel documento i cittadini francesi. Al secondo punto trovano spazio la difesa e la sicurezza comune dell'Unione europea, i francesi chiedono che l'Ue "avvii un processo di cambiamento che miri a raggiungere l'autonomia in materia di difesa e sicurezza in Europa, in modo da non dipendere da potenze straniere e l'istituzione di un Commissario europeo alla difesa e lo sviluppo di un esercito permanente".

Al terzo posto i cittadini francesi chiedono di "promuovere la performance economica europea sostenendo l'industria autonoma e competitiva e rafforzando una politica di preferenza europea all'interno delle politiche industriali dell'Unione". Simili anche le conclusioni della consultazione online dedicata ai giovani le cui conclusioni sulle tematiche di importanza primaria per il futuro dell'Ue finali hanno indicato i temi della politica ecologica Ue, del ruolo dell'Europa nella difesa dei diritti umani e la migliore comunicazione sul ruolo e sul lavoro delle istituzione europee.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Modifica consenso Cookie