Sefcovic, i cittadini chiedono una gestione unitaria della sanità

'Covid dimostra che si può agire anche senza cambio trattati'

Redazione ANSA

STRASBURGO, 21 GEN - "Dai cittadini emerge la volontà che la responsabilità dell'assistenza sanitaria sia spostata dall'essere una competenza dei singoli stati ad una competenza condivisa dell'Ue". Così il vicepresidente della Commissione europea Maros Sefcovic, riguardo alle proposte presentate dai cittadini durante la plenaria della Conferenza sul futuro dell'Europa in corso a Strasburgo.

"Penso però che che importante sia andare oltre la valutazione legale e pensare a cosa si può già fare - prosegue Sefcovic - penso che la pandemia ci abbia mostrato quanto si può già fare all'interno del quadro esistente senza cambiare i trattati. Il gigantesco appalto pubblico per i vaccini è stato effettuato a livello Ue, per esempio ed ora stiamo effettuando un appalto pubblico congiunto per farmaci monoclonali. Questo mostra quanto si può già fare nell'ambito cornice istituzionale esistente".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Modifica consenso Cookie