La Corte Ue respinge ricorso no-green pass contro l'Eurocamera

Revocata l'ordinanza che autorizzava ingresso con autotest

Redazione ANSA

BRUXELLES - Per entrare al Parlamento europeo resta l'obbligo del green pass. Lo ha stabilito il Tribunale Ue che ha respinto i ricorsi di un gruppo di europarlamentari e dipendenti dell'Europarlamento contro l'obbligo del certificato. Con un'ordinanza precedente, il Tribunale aveva disposto provvisoriamente che i ricorrenti potessero accedere ai locali del Parlamento sulla base di un test negativo.

Secondo quanto si legge in una nota del Tribunale, nessun argomento dimostra la natura grave e difficilmente riparabile, o addirittura irreparabile, del presunto danno che sarebbe legato alla violazione dei diritti fondamentali.

Inoltre la decisione di subordinare l'accesso agli edifici del Parlamento alla presentazione di un certificato digitale Covid o equivalente non mette in discussione l'esercizio delle funzioni degli stessi deputati e neanche le attività professionali dei funzionari. Infine il presidente ha respinto anche la terza argomentazione dei ricorrenti, e cioè che il tampone nasofaringeo causi gravi rischi per la loro salute.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie