Dal Piemonte nuova rete di sportelli europei

Iniziativa presentata in occasione della Festa dell'Europa

Redazione ANSA

BRUXELLES - Parte dal Piemonte, regione pilota, la rete degli sportelli della Commissione europea sul territorio, un nuovo servizio che permetterà ai cittadini di accedere ancora più facilmente ad attività e informazioni sulle opportunità, le politiche e le priorità dell'Unione Europea. A guidare questa prima iniziativa, presentata in occasione della Festa dell'Europa il 9 maggio, i Centri Europe Direct di Torino, Cuneo e Vercelli, con Een Enterprise Europe Network, Eures, Eurodesk, Euroguidance e Creative Europe Desks, con il coinvolgimento dell'Ufficio Scolastico Regionale.

Obiettivo del progetto, spiega Alessandro Giordani della Direzione Generale della Commissione Europea, "creare un'offerta unitaria di tutto quello che l'Ue può offrire sul territorio, offrendo un servizio più integrato. Abbiamo scelto il Piemonte fra i vari progetti pilota perché ha una massa critica di reti europee rappresentativa e composita. Questo progetto è fondamentale per Bruxelles anche perché oggi abbiamo la grande sfida del Next Generation Eu e del Pnrr e avremo bisogno di comunicarli sul territorio".

"Siamo molto ottimisti su questa rete dell'Europa in Piemonte - aggiunge Massimo Gaudina, della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia - perché siamo certi che sarà un lavoro di cooperazione, di cui c'è sempre più bisogno per evitare la parcellizzazione dei messaggi. C'è bisogno di far passare il messaggio del valore aggiunto dell'Europa, sempre più evidente oggi anche se spesso viene messo in discussione".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."

Modifica consenso Cookie