Commissione Ue: da AstraZeneca mancano ancora 50 milioni di dosi

Il Tribunale di primo grado di Bruxelles ha deciso di concedere misure cautelari nel procedimento avviato controil colosso farmaceutico dalla Commissione Europea e dai 27 Stati membri dell'Ue.

Redazione ANSA BRUXELLES

"Il Tribunale di primo grado di Bruxelles ha deciso di concedere misure cautelari nel procedimento avviato contro AstraZeneca dalla Commissione Europea e dai 27 Stati membri dell'Ue. Il tribunale ordina ad AstraZeneca di consegnare urgentemente 50 milioni di dosi di vaccino entro il 27 settembre 2021, secondo un programma vincolante: 15 milioni di dosi entro il 26 luglio; 20 milioni di dosi entro il 23 agosto; 15 milioni di dosi al 27 settembre. In caso di mancato rispetto di tali termini di consegna AstraZeneca dovrà pagare una penale di 10 euro per dose non erogata". Si legge in una nota della Commissione Ue".

"AstraZeneca accoglie la sentenza del Tribunale di primo grado di Bruxelles. La Commissione Ue aveva richiesto 120 milioni di dosi di vaccino entro fine giugno 2021, e un totale di 300 milioni di dosi entro fine settembre. Il giudice ha disposto la consegna di 80,2 milioni di dosi entro il 27 settembre 2021. A oggi la società ha fornito oltre 70 milioni di dosi all'Ue e supererà 80,2 milioni di dosi entro fine giugno. Tutte le altre misure chieste dalla Commissione Ue sono state respinte, e in particolare la Corte ha rilevato che non ha esclusività o diritto di priorità sulle altre parti contraenti". Così una nota di AstraZeneca. 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: