Mps: Tajani presenta interrogazione Ue su proroga termini

'Garantire marchio, posti di lavoro e risparmi degli italiani'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 25 OTT - "La Commissione europea intende prorogare il termine del 31 dicembre 2021 per consentire soluzioni di mercato che garantiscano il marchio della quarta Banca italiana, i livelli occupazionali e i risparmi degli italiani?". E' questa la domanda contenuta nell'interrogazione scritta, presentata alla Commissione europea, dal vicepresidente di Forza Italia, Antonio Tajani.

Nel testo della lettera l'ex presidente del Parlamento europeo ricorda che Il termine per l'uscita dello Stato da Mps è stato fissato dalla Commissione europea al 31 dicembre 2021.

Ma, rileva Tajani, "le richieste avanzate da Unicredit, comporterebbero un onere per lo Stato italiano tra i 7 e gli 8 miliardi di euro e metterebbero a rischio 7000 posti di lavoro".

Concludendo l'interrogazione Tajani chiede infine quali misure la Commissione intenda adottare per "valorizzare le banche con forte legame territoriale a tutela di famiglie, imprese e dell'economia reale". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: