Bankitalia: digitalizzazione P.a ancora lenta e carente

Poche risorse e figure professionali,permane cultura burocratica

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 19 GEN - Il percorso di cambiamento delle amministrazioni attraverso la digitalizzazione "non è sempre agevole e sconta, in uno scenario sempre più caratterizzato dalla necessità di ridurre i costi della PA, la carenza di risorse finanziarie e di figure professionali adeguate, le difficoltà organizzative, la persistenza di una cultura amministrativa burocratica". Lo afferma Bankitalia nella settima indagine per rilevare il grado di informatizzazione delle Amministrazioni locali e in cui vengono riscontrate "occasioni mancate". I dati rilevati dall'indagine indicano che, "nonostante i progressi conseguiti, il percorso verso il modello di crescita del Paese attraverso l'economia digitale disegnato dalla Commissione è ancora in buona parte da realizzare". I fattori di ostacolo sono costituiti dalla limitatezza delle risorse finanziarie a disposizione (65% degli enti) e da carenze di professionalità del personale (58% degli enti). In particolare, le iniziative di formazione sono ancora limitate. Circa due terzi degli enti ha previsto formazione in materia di digitalizzazione a meno del 20% del personale. Per Bankitalia emerge con sempre maggiore nitidezza la necessità di "dotare le amministrazioni delle professionalità e delle competenze tecniche utili a superare i gap culturali dei dipendenti pubblici, di puntare sull'incremento delle risorse finanziarie ma soprattutto sulla formazione". E, per raggiungere gli obiettivi, "sarà cruciale spendere bene le risorse derivanti dal Pnrr". Quanto all''emergenza Covid-19, circa il 95% degli enti ha fatto ricorso a forme di smart working. Dall'indagine emerge anche che gli enti mostrano un adeguamento parziale agli obblighi normativi del Codice dell'Amministrazione Digitale: solo il 30% consente l'accesso ai propri servizi online tramite Spid; il 40% non ha ancora individuato un responsabile per la Transizione digitale; il 55% non ha avviato gli sviluppi per utilizzare l'app Io, il 12% non ha ancora aderito a PagoPA. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: