Covid: Natale,servono piani operativi per malattie non-covid

Consigliere, chi non può ricorrere al privato è in difficoltà

 "Abbiamo bisogno di piani operativi per la cura delle malattie non-covid che sono già la nuova emergenza da affrontare sulla quale la Regione è in ritardo. Dobbiamo dotare le Asl degli strumenti necessari e delle strutture per poter permettere la ripresa in sicurezza delle attività ambulatoriali sospese nei mesi scorsi". Lo dice il consigliere regionale del Gruppo del Partito Democratico - Articolo Uno Davide Natale. "Una situazione - prosegue Natale - che crea disparità, in cui chi può e ha urgenza si rivolge al privato, chi non può resta in attesa o rinuncia alla cura della salute, un fallimento per il servizio pubblico. Un modo per correre ai ripari e recuperare sulle liste d'attesa lievitate in questi mesi c'è ed è quello di individuare sedi 'pulite' dando alle Asl gli strumenti per poter organizzare visite e screening, penso a quelli che hanno in media tempi d'attesa più lunghi, le visite per malattie cardiovascolari ma non solo".
    "Il Recovery cita le 'case di comunità', simili alle nostre Case della salute - conclude Natale - strutture come quella dell'ospedale di Levanto, che sta svolgendo un ruolo fondamentale come hub vaccinale, che potrebbe essere utilizzato per diventare un centro per le visite ambulatoriali e per le attività di screening per il territorio della Asl 5". 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        MyWay Autostrade per l'Italia
        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie