Liguria

Incendio nel Savonese:procura Savona apre fascicolo per dolo

Sindaci, rogo opera criminale

La Procura di Savona ha aperto un fascicolo a carico di ignoti per incendio doloso, in seguito al rogo divampato ieri mattina e tuttora in corso a Cisano sul Neva (Savona) e nell’entroterra di Albenga. Secondo gli inquirenti l’incendio, che ancora continua a interessare l’area su tre fronti, potrebbe avere matrice dolosa. Le indagini sono affidate ai vigili del fuoco e ai carabinieri del nucleo Forestale. “Chi appicca un rogo intenzionalmente è un delinquente – ha detto il vicesindaco di Cisano sul Neva Guido Rossi –. Essendo sviluppato su tre fronti, è immaginabile che l'incendio sia di natura dolosa. Abbiamo messo a disposizione delle Autorità il nostro sistema di videosorveglianza sperando che le immagini possano servire a individuare i colpevoli”. Secondo il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis "un gesto di questo tipo oltre ad aver comportato un danno irreparabile a livello naturalistico, ha messo in serio pericolo le famiglie che vivono in quella zona e tutti gli operatori del corpo nazionale e volontari intervenuti".

   Nel corso della notte le fiamme hanno minacciato un canile, ma i pompieri, anche grazie a un Dragon decollato dal vicino aeroporto di Villanova d'Albenga, sono riusciti a evitare danni alla struttura. Al momento le fiamme non minacciano alcuna abitazione, anche se alcune continuano ad essere inaccessibili a causa del blocco delle strade sopra cui operano i mezzi aerei.
    Per facilitare le operazioni di spegnimento dell'incendio nella zona dove è stata allestita l'unità di crisi , è stata montata una vasca da 14.000 litri per agevolare il pescaggio degli elicotteri regionali. Sul rogo sono impegnati due canadair e due elicotteri della Regione. Sul posto stanno operando anche 50 volontari dell'anticendio boschivo che sono stati presenti tutta la notte. L'incendio richiederà molto lavoro di bonifica.

In serata c'erano ancora focolai attivi nei boschi di Cenesi: le fiamme hanno divorato circa 100 ettari di vegetazione. Il rogo è comunque sotto controllo e in alcune zone è già cominciata la bonifica. La famiglia sfollata ha fatto ritorno a casa. Anche nella notte resteranno presidi per controllare che il vento non faccia ripartire le fiamme nelle zone non bonificate
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      MyWay Autostrade per l'Italia
      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie