Piemonte

Vendemmia: in Piemonte calo del 10%, in nord regione 30%

Grandinate e colpi di calore hanno falcidiato molti vigneti

(ANSA) - TORINO, 08 SET - La vendemmia 2021 in Piemonte perde il 10% in quantità, rispetto all'anno precedente, ma promette una qualità eccellente, se le condizioni meteorologiche saranno favorevoli nelle ultime settimana del raccolto. Il calo più brusco, per effetto soprattutto delle grandinate, riguarda l'Alto Piemonte, -30%, seguito dal Canavese, -15%. Sono le previsioni elaborate da Assoenologi, Uiv (Unione Italiana Vini) e Ismea (Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare).
    La produzione totale di vino nella regione è stimata in 2 milioni e 433 mila ettolitri, a fronte dei 2 milioni e 703 mila ettolitri della vendemmia 2020. A soffrire per le grandinate devastanti sono state soprattutto tre aree: - spiegano Assoenologi, Uiv e Ismea - la parte orientale del Roero, l'Alto Piemonte (in particolare i vigneti per Gattinara, Ghemme e Sizzano) e il Canavese (Viverone, Piverone e paesi limitrofi).
    Oltre che dalla grandine, i danni sono stati portati dalle gelate tardive del 7 e 8 aprile e dai colpi di calore, diffusi nell'estate in tutto il Piemonte. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie