Fake news, Regione in difesa dell'informazione corretta

Corecom fornirà prontuario a studenti delle scuole superiori

(ANSA) - TORINO, 08 FEB - Non confondere la libertà di parola con quella di diffondere notizie false, e difendere con forza l'informazione veritiera, fondamento di ogni democrazia: è quanto la Regione Piemonte esorta tutti a fare, ma fa essa stessa con più iniziative, incluso il convegno di oggi su 'Disinformazione e Fake News', organizzato dal Consiglio regionale e dal Corecom in collaborazione con l'Ufficio Scolastico regionale.
    "La libertà di parola, di stampa e anche la stessa satira - ha affermato il presidente dell'Assemblea legislativa, Stefano Allasia - rappresentano fondamenti a cui non possiamo rinunciare perché sono le basi di una società libera, democratica e civile.
    Ma la libertà di parola non si deve confondere con la libertà di produrre e divulgare notizie palesemente false".
    "L'informazione - ha rimarcato il governatore Alberto Cirio - è democrazia, e va di pari passo con la libertà. Garantire una corretta informazione significa garantire la libertà delle persone. Dobbiamo educare i giovani a discernere le informazioni valide e rilevanti da quelle che non lo sono".
    Da domani il Corecom fornirà agli studenti delle scuole superiori del Piemonte un prontuario con le linee guida che i ragazzi possono seguire per distinguere la corretta informazione dalle fake news. Lo ha annunciato il presidente Alessandro De Cillis. I giovani potranno rispondere a un questionario online che restituirà al Corecom una radiografia della situazione. E "sarà data la possibilità alle scuole di creare laboratori giornalistici e di fare visite presso le redazioni dei giornali". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie