COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Optimamente

Vaping e direttoriali del 18 e 29 marzo: Arcangelo Bove reclama chiarimenti

Optimamente

Il presidente di Unasweb Arcangelo Bove ha chiesto precisazioni all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli in modo da ottenere delucidazioni che aiutino a far chiarezza su molti dei punti presenti nei Direttoriali del 18 e 29 marzo. Al tempo stesso, sono stati ripetuti consigli già segnalati durante il recente open hearing. Bove, che è anche il fondatore del brand Svapoweb, ha sottolineato la mancanza di chiarezza che caratterizza, almeno in alcuni aspetti, le disposizioni provenienti dall’Agenzia fiscale guidata dal Direttore Marcello Minenna.

Lo scopo dell’iniziativa

L’intento di questa iniziativa, come si legge su Svapomagazine, è in primo luogo quello di tutelare tutti gli affiliati del franchising: è per questo motivo che è stata spedita una lettera che contiene la richiesta di precisazioni, nella speranza di avere informazioni in tempi brevi. Per quel che concerne l’articolo 6, in particolare, è stato chiesto se gli adempimenti previsti valgano anche nel caso in cui gli acquirenti siano soggetti privati: tale articolo è relativo al regime del deposito. Lo stesso interrogativo riguarda l’articolo 9 sulle disposizioni contabili. In questi due articoli viene specificato che i soggetti autorizzati, per ogni estrazione di prodotti liquidi da inalazione, emettono la bolletta di scarico in due esemplari; di questi, uno viene conservato agli atti del deposito, e il secondo viene consegnato al destinatario in quanto accompagna i prodotti. Le disposizioni fanno riferimento alle generalità dei destinatari dei prodotti per le bollette di scarico e dei fornitori per le bollette di carico.

L’articolo 10

Un altro dubbio in attesa di risposta è quello relativo all’articolo 10 del direttoriale, che concerne l’obbligo di domandare a chi compra un prodotto un documento di identità in modo che si possa verificare la sua maggiore età. Bove ha segnalato un dubbio: questo documento di fronte a uno stesso cliente che compia nel corso del tempo più di un acquisto deve venire richiesto unicamente la prima volta o anche in occasione delle transazioni successive? Ancora, l’imprenditore campano ha domandato se dopo che la transazione è stata conclusa il documento debba essere conservato per un certo periodo di tempo, o eliminato una volta che ne è stata presa visione al momento della transazione. Sempre su questo tema, c’è un ulteriore dubbio che è stato avanzato da Bove: in ambito aziendale ci sarà bisogno di nominare una figura che si occupi della manipolazione dei dati sensibili nel corso della transazione?

L’articolo 7 del Direttoriale 29 marzo

Da parte del fondatore di Svapoweb sono giunte richieste di chiarimenti anche a proposito del Direttoriale 29 marzo, e nello specifico per ciò che riguarda l’articolo 7. In esso viene affermata la necessità di integrare all’atto di estrazione dal deposito i documenti di accompagnamento della merce con la data di produzione e il numero di lotto che sono indicati nello stesso registro di carico, scarico e rimanenze degli articoli finiti, o con i riferimenti alla documentazione contabile e commerciale che riguardano l’ordine, compresi la data dello stesso ordine e il numero di lotto. Unasweb, infine, vorrebbe scoprire fino a quando i soggetti in questione avranno tempo per provvedere agli adeguamenti del caso, anche in considerazione del fatto che ci sarà bisogno di intervenire sui gestionali e di mettere mano ai software

Il tema delle insegne

Bove ha alzato il velo anche sul tema delle insegne, e in particolare delle prescrizioni che riguardano le modalità da seguire per l’allestimento delle insegne e il loro posizionamento, nel caso in cui esse non siano compatibili per le norme relative al paesaggio per le attività del centro storico e per gli esercizi commerciali presenti in ambiti territoriali su cui si esercita il potere delle soprintendenze come organi di tutela. Unasweb ha domandato all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli se tale aspetto sia stato preso in considerazione e se sia stata esaminata una soluzione che possa essere applicata per i contesti che sono sottoposti a tutela. Bove ha sottolineato che c’è bisogno di prorogare la data di inizio della validità delle disposizioni affinché gli esercizi commerciali possano provvedere allo smaltimento delle giacenze e, come si è accennato, ai lavori necessari per adeguare i gestionali.

Maggiori informazioni su Unasweb

Unasweb è l’associazione italiana di rappresentanza degli affiliati di Svapoweb, che ha dato vita a Svapomagazine, una testata giornalistica dedicata ai temi e alle notizie del settore. Uno dei compiti di Unasweb è quello di tenere sotto controllo tutte le attività svolte non solo dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, ma anche dal Parlamento e dal governo per tutto ciò che ha a che fare con le norme del mondo del vaping. Lo scopo è quello di tutelare sotto tutti i punti di vista gli affiliati, a cui viene assicurata anche assistenza in ambito amministrativo e legale per proteggerli da eventuali violazioni di diritti.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Optimamente

Modifica consenso Cookie