Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Comune di Genova

I giardini di via Bartolomeo Bianco intitolati ad Andrea Cerulli, vittima di Ponte Morandi

Ufficio stampa Comune di Genova

Comune di Genova

Si è tenuta questa mattina, alla presenza del vicesindaco e assessore ai servizi civici Massimo Nicolò e del presidente del Municipio II Centro-Ovest Michele Colnaghi, la cerimonia di intitolazione dei giardini di via Bartolomeo Bianco, nel quartiere di Granarolo, ad Andrea Cerulli, operaio della Culmv vittima del crollo di ponte Morandi, il 14 agosto 2018.

Alla cerimonia hanno partecipato anche i familiari e degli amici di Andrea Cerulli che, insieme al Comitato “Rulli c’è”, avevano chiesto all’Amministrazione di poter curare un giardino a Granarolo, quartiere a cui lo sfortunato portuale della Culmv, che ha lasciato la compagna e un figlio, era molto legato, intitolandolo alla sua memoria.

Su iniziativa del Comitato “Rulli c’è” e della famiglia di Andrea Cerulli l’area verde, situata in prossimità del capolinea della linea 38 di AMT, è stata abbellita e attrezzata con alcune panchine dalle quali è possibile godere di uno splendido panorama dall’alto sulla Città.

«Quella di oggi è una giornata importante ed emozionante – dichiara il vicesindaco e assessore ai servizi civici Massimo Nicolò – nella quale ricordiamo una delle vittime del crollo di ponte Morandi, Andrea Cerulli, su richiesta del Comitato “Rulli c’è” che ha fortemente voluto questa intitolazione. Sono davvero felice di avere contribuito a portare avanti questa iniziativa, fortemente voluta dagli amici e dai familiari di Andrea. È stato un onore avere rappresentato l’Amministrazione in questo toccante momento di ricordo e raccoglimento, in memoria di Andrea Cerulli e di tutte le 43 vittime di ponte Morandi».

«Fin dal principio, quando è stata proposta l’intitolazione di questo spazio verde ad Andrea Cerulli – aggiunge il presidente del Municipio II Centro-Ovest Michele Colnaghi – abbiamo sposato questa iniziativa. Non conoscevo Andrea, ma ho imparato a conoscerlo in questi mesi confrontandomi con i suoi amici riuniti nel Comitato “Rulli c’è”, che ci hanno incoraggiato a portare avanti questa bella iniziativa culminata, quest’oggi, nell’intitolazione». Redattore: Roberto Bordi, cell. 3334709006 / mail rbordi@comune.genova.it

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Comune di Genova

Modifica consenso Cookie