Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

L’impronta della bocca non è più un problema con l’impronta digitale. Parola all’odontoiatra

Pagine Sì! SpA

Molti dentisti prendono le impronte dentali meccanicamente, tramite un composto siliconico inserito in un portaimpronte. Una procedura che per qualcuno può risultare abbastanza fastidiosa, o comunque invasiva.

Oggi però, andando da un dentista dotato delle moderne tecnologie, tutto questo fa parte del passato.

L’impronta digitale viene presa tramite una specifica telecamera intraorale (scanner intraorale).

Si tratta di una tecnologia che permette, spiega il dottor Giuseppe Garrubba, medico odontoiatra a Firenze, attraverso l’utilizzo di una particolare telecamera di rilevare l’impronta della bocca.

In questo modo si ha una ricostruzione digitale, sul monitor del pc, che poi inviata ad una stampante 3D realizza un modello della bocca.

Grazie alla precisione delle impronte digitali i manufatti dentali risultano migliori rispetto quelli fatti con le tecniche tradizionali, spiega il dottor Garrubba.

Inoltre si abbattono sensibilmente i tempi dell’intervento, eliminando i disagi al paziente.

 Se con il metodo tradizionale occorrono, per incapsulare un dente quattro sedute, adesso ne bastano la metà, con benefici in termini di costi e di disagio.

La tecnologia ci viene in aiuto per migliorare la qualità della vita.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Modifica consenso Cookie