Lavoro: Ugl, con pandemia tagli e stipendi sempre più bassi

Arriva a Cagliari il pullman del sindacato per il tour nazionale

Al porto di Cagliari il pullman del sindacato Ugl per il tour nazionale che sta portando i temi del lavoro in tutte le regioni italiane. L'organizzazione ha incontrato lavoratori e referenti sindacali arrivati da tutta l'isola. Lo slogan è impresso in una fiancata del bus: "Il Lavoro Cambia anche Noi!".

"Una situazione che a causa della pandemia - ha avvertito Piergiorgio Più, Ugl Cagliari - sta cambiando in peggio con possibile strascichi già dai prossimi mesi con ricontrattazioni al ribasso per i lavoratori. Con la zona bianca ci eravamo quasi illusi per una possibile ripartenza. E invece dobbiamo ancora fare i conti con una situazione di stipendi che scendono sempre più in basso e di possibili ulteriori licenziamenti. Imprese fondamentali per la rinascita del Paese, ma è fondamentale il rispetto dei diritti dei lavoratori con salari minimi garantiti e incentivi per i più meritevoli".

Accanto a Piu e agli altri rappresentanti sindacali sardi c'erano il vicesegretario generale Luigi Ulgiati e il segretario confederale Vincenzo Abbrescia, che si è soffermato in particolare sui possibili riflessi in campo nazionale della cosiddetta Gig economy. Il pullman dell'Ugl è impegnato in un tour lungo 30 tappe dal nord al sud dell'Italia, anticipando l'appuntamento finale del Primo maggio a Milano.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie