Covid: Musumeci, da Razza lezione di civiltà e di rispetto

"I fatti ci daranno ragione, ho grande fiducia in magistratura"

(ANSA) - PALERMO, 19 APR - "Per fortuna è caduto il capo di imputazione di alterazione dei dati per coloro che erano stati raggiunti da misure restrittive, secondo i magistrati non costituisce un reato penale, almeno per i riflessi che può aver determinato nella indicazione del colore della regione. Lo sostenevamo fin dall'inizio". Lo ha detto il presidente della Regione Nello Musumeci, riferendosi agli sviluppi dell'inchiesta sui presunti dati falsi relativi al Covid in Sicilia.
    "L'assessore Razza con le sue dimissioni - ha aggiunto - ha dato una grande lezione di civiltà e di rispetto. Si è dimesso per aver ricevuto solo un avviso di garanzia. Se ha alterato i dati lasciamolo dire alla magistratura. Ci sono dei momenti in cui la politica deve sapere tacere. Io ho grande fiducia nella magistratura, in questa Italia dove i processi e le sentenze si fanno anche con un avviso di garanzia. Però, i fatti ci daranno ragione e ogni giorno ci stanno dando ragione. L'assessore Razza si è dimesso in una terra dove si rimane incollati alla sedia anche con un sentenza di terzo grado", ha sottolineato Musumeci.
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie