Sicilia

Iaia Forte, la mia Penelope stanca di aspettare Ulisse

L'attrice napoletana giovedì 12 agosto in scena a Monte Adranone

Redazione ANSA PALERMO

(ANSA) - PALERMO, 09 AGO - "Odissea Penelope" il viaggio di Penelope in sogno, o meglio un incubo in cui la regina ripercorre tutte le tappe di Ulisse debutta a Sambuca di Sicilia per la stagione del Teatro L'Idea, giovedì 12 agosto alle 19,30, sulle rovine del Monte Adranone per la Rassegna "Lucciole e Silenzio".
    Penelope è Iaia Forte che interpreta non solo la regina di Itaca, ma anche il Ciclope, le sirene. Penelope è il simbolo stesso dell'attesa, ma poco prima che Ulisse torni a casa ha un gesto di ribellione e decide di interrompere l'attesa, vuole diventare autonoma. Il testo è firmato da Giuseppe Argirò.
    "Il grande racconto dell'Odissea tende alla psiche di Penelope - racconta Iaia Forte - lei sente che sta per arrivare, lo riconoscerò, pensa, e lui mi riconoscerà. Penelope vuole la libertà. Ulisse è diventato un un mito, un personaggio che non placa mai la sua sete di esplorazione, il germe dell'uomo moderno che ha sete di conoscenza di nuovi mondi, il desiderio di staccarsi dal consueto. La mia inclinazione è verso Ulisse, verso la sua natura mimetica, il suo mentire è un modo di interpretare molti ruoli, è una creatura multiforme e sempre in fuga e mi affascina più di Penelope".
    "Recito tutti i ruoli - spiega -, da Polifemo a Penelope, da Ulisse a Circe e questo è una sfida straordinaria per un'attrice. Io adoro l'Odissea, le musiche sono contemporanee, e non mancano gli effetti sonori, canto anche un po' di Barbiere di Siviglia quando il Ciclope sta per mangiare i compagni di Ulisse. La sfida è anche quella di cambiare ruoli, timbri, a seconda dei personaggi".
    Dopo Sambuca di Sicilia lo spettacolo sarà replicato a Pantelleria, dove è prevista una commemorazione evento per ricordare Ennio Fantastachini. "I miei prossimi impegni - racconta l'attrice napoletana che ha lavorato con registi del calibro di Sorrentino, Corsicato, Risi e Francesca Comencini - mi vedono a Venezia, il 7 settembre per il film di Mario Martone sulla storia di Eduardo Scarpetta; faccio la prima attrice della compagnia di Scarpetta, Rosa Gagliardi. Per il prossimo anno ancora teatro, riprenderò "Interno Familiare" di Anna Maria Ortese". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


      Modifica consenso Cookie