Libri

Rocco Ballacchino, Indagine parallela

Omicidi e ricatti in un thriller mozzafiato ambientato a Torino

ROMA - ROCCO BALLACCHINO, INDAGINE PARALLELA (Ugo Mursia Editore, pp.298, 17 euro) Un omicida spietato che diventa un fenomeno da social network generando nel pubblico reazioni contrastanti. Un giornalista anomalo che si comporta da detective. Una serie di delitti macabri e imprevedibili che fanno paura. E' un thriller avvincente e mozzafiato, che riflette anche sulla crisi dei valori e sulla mancanza di riferimenti nella società di oggi, il libro "Indagine parallela", scritto da Rocco Ballacchino per Ugo Mursia Editore (collana Giungla Gialla).
    La vicenda è ambientata a Torino: qui vive e lavora Luca Moretti, scontroso caporedattore di un piccolo giornale, che viene scelto dal killer Macchia Nera come interlocutore privilegiato. L'omicida infatti comunica al giornalista in anticipo le sue intenzioni criminali: in una lettera scrive che se non verrà annullato uno spettacolo in programma al Teatro Regio di Torino, avverrà un omicidio. Dopo il ritrovamento del cadavere di una prostituta, diventa chiaro che l'unico modo per evitare altri omicidi è assecondare ogni condizione di Macchia Nera. Mentre Moretti, insieme alla collega e amante Donatella, inizia un'indagine parallela a quella delle forze dell'ordine, anche queste ultime si attivano, per chiarire fino in fondo i motivi del coinvolgimento del giornalista in questa macabra storia. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie