Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Tv
  4. Uffizi e valvole 3D, le Storie di Risorgimento Digitale

Uffizi e valvole 3D, le Storie di Risorgimento Digitale

Su RaiPlay, 8 docu su chi ha superato pandemia puntando su web

ROMA - La scuola di "frontiera" di Castel Volturno, nel casertano, dove la Dad ha prodotto risultati eccezionali. L'intuizione (e la generosità) di Cristian Fracassi, l'ingegnere bresciano che nel pieno dell'emergenza, in appena otto ore, ha trovato il modo di stampare in 3D le valvole dei respiratori medici da applicare alle maschere da snorkeling, salvando chissà quante vite nel mondo. Ma anche l'intraprendenza di Matteo Proietti e Jacopo Gambuti, che da Roma hanno lanciato Daje Shop, il primo servizio di commercio elettronico di quartiere. Sono le "Storie di Risorgimento Digitale", la serie di 8 documentari al debutto su RaiPlay, dedicata a coloro che durante l'emergenza Covid-19 hanno superato le difficoltà cogliendo le opportunità offerte dal digitale.

Un progetto nato dalla collaborazione tra Operazione Risorgimento Digitale (alleanza promossa da Tim e oltre 40 partner d'eccellenza per superare il divario digitale tra diversi settori sociali e fasce generazionali nel Paese) e RaiPlay, in partnership tra Tim e RaiPlay con la collaborazione di Rai Pubblicità, per otto realtà pubbliche e private, piccole e grandi, ma che nelle tecnologie hanno trovato la via per "sopravvivere" e a volte anche anticipare il proprio futuro. "L'idea - racconta Riccardo Luna, che firma la serie insieme a Giovanni Amico, Valeria Anci e Gianpaolo Colletti, per la regia di Simone Valentini - è nata quando ci siamo resi conto che avevamo superato la fase più dura del Covid anche grazie a internet. Non solo la rete ha retto all'impatto, ma senza i ragazzi non avrebbero potuto proseguire la scuola in Dad, non si sarebbe potuto lavorare in smartworking, per mesi non avremmo visto i nostri parenti e amici. Nel Paese che ha il più alto numero di analfabeti digitali d'Europa, per molti quel periodo è stato importante per resistere, ma anche un'occasione per scoprire le potenzialità che offriva. Penso anche ai commerciati che hanno provato l'e-commerce o agli anziani che hanno imparato a fare la spesa on line. Il salto in avanti- aggiunge - si fa con la Pubblica Amministrazione, dal Green Pass che è la più grande infrastruttura digitale all'app VerificaC19, la più scaricata del momento". Proprio alla rete è stata lanciata la call di aprile, per raccogliere le esperienze più significative di questa rivoluzione "accelerata" dalla pandemia. Come la Galleria degli Uffizi, dove la squadra guidata da Eike Schmidt ha elaborato nuovi modi per fruire di opere utilizzando i social network. E poi Nibol, l'app creata da Riccardo Suardi che individua bar, centri di coworking e altri luoghi adatti a supplire a una postazione di lavoro; Boosta, il fondatore dei Subsonica, che ha elaborato nuove forme di espressioni musicali organizzando concerti sui social; e Licia Fertz, che il nipote Emanuele ha trasformato su Instragram in Nonna Licia, l'influencer più anziana d'Italia.

Un racconto che si inserisce "nel solco di un'attenzione costante della Rai verso l'alfabetizzazione digitale", racconta la direttrice di RaiPlay Elena Capparelli, che a novembre festeggia "i 20 milioni di utenti registrati, con un + 4 milioni in un anno. Oltre il 51% ha meno di 55 anni e il 38% più di 55. Segno - dice - che siamo penetrati nelle abitudini del pubblico e di pubblici diversi". Anche "per Tim - aggiunge il presidente Salvatore Rossi - il progetto si inscrive in un percorso nato ben prima della pandemia. In Italia c'è molto da recuperare competenze diffuse, tra la gente comune - dice - E cosa c'è di meglio della tv, mezzo formidabile non solo per divertire, ma per educare come faceva il Maestro Manzi negli anni '50?". Perché, conclude, "in questo momento la più grande sfida per il nostro Paese è uscire dalla pandemia meglio di come siamo entrati".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai a RAI News

        Modifica consenso Cookie