Economia
  1. ANSA.it
  2. Economia
  3. Real Estate
  4. Il nuovo Bvlgari Hotels & Resorts sorgerà a Los Angeles

Il nuovo Bvlgari Hotels & Resorts sorgerà a Los Angeles

Aprirà nel 2025 e sarà il secondo in Usa, 12/o della catena

(ANSA) - ROMA, 13 OTT - Bulgari Hotels & Resorts ha siglato un accordo con il proprietario e sviluppatore del progetto Gary Safady, per un nuovo resort di lusso a Los Angeles. L'apertura è prevista nel 2025 e sarà la seconda proprietà di Bulgari negli Usa, successiva all'apertura dell'hotel di Miami pianificata per il 2024, dodicesima gemma della collezione Bulgari Hotels & Resorts. Situato tra le montagne di Santa Monica, a meno di otto chilometri da Rodeo Drive, il Bulgari Resort Los Angeles sarà immerso in un parco collinare di circa 13 ettari, circondato da fauna selvatica naturale. Il progetto prevede 58 camere e suite, otto proprietà private e Il Ristorante - Niko Romito, oltre ad una Spa circa di 1.000 mq, palestra, cinema e un sushi bar da soli otto posti.
    Buona parte delle camere e delle suite dell'hotel sarà collocata in bungalow. Le otto proprietà residenziali avranno dimensioni comprese tra i 1.100 e 4.500 mq, ognuna dotata di un terreno di 4.000 mq fino ad un massimo di 8.000 mq. La topografia dei canyon di Los Angeles consente vasti spazi aperti e assicura un'ottima buona privacy. Prendendo ispirazione dall'ambiente naturale circostante, l'architettura dell'edificio sarà curata dallo studio sudafricano di design Studio Saota, mentre lo studio di architettura milanese Antonio Citterio Patricia Viel che ha firmato tutti i Bulgari Hotels, realizzerà gli interni con un design italiano. Inoltre, l'architettura del paesaggio sarà progettata dallo studio svizzero di architetti paesaggisti Enea. Il resort, noto come The Retreat, (Il Ritiro) verrà costruito in linea con i più severi criteri ambientali stabiliti dal programma di certificazione Leed e adotterà le più alte pratiche di edilizia sostenibile per garantire il minimo impatto ambientale. Inoltre, verranno preservati centinaia di alberi secolari e a chioma autoctoni del canyon, mentre circa 1.000 alberi maturi verranno piantati. Stagni, letti di fiumi asciutti verranno realizzati intorno alla proprietà per raccogliere l'acqua piovana e fornire idratazione alle piante. Il progetto deve essere sottoposto alle approvazioni finali del Consiglio Comunale e delle Autorità di Pianificazione della Città di Los Angeles. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



      Modifica consenso Cookie