Mondo

In collaborazione con l’Ambasciata del Kazakhstan

Presidente Assemblea Consiglio Europa visita Kazakhstan

Ribadito l'impegno per le riforme nel campo dei diritti umani

ROMA

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - Il presidente dell'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa (PACE), Rik Daems, ha concluso la propria visita ufficiale di tre giorni in Kazakhstan, come rende noto un comunicato pubblicato sul sito web di PACE. Congratulandosi con il Paese per il 30esimo anniversario della sua indipendenza, Daems si è concentrato in particolare sul rafforzamento della cooperazione tra PACE e il Kazakhstan, al fine di realizzare le riforme nel campo dei diritti umani recentemente annunciate dal presidente kazako Kassym-Jomart Tokayev.
    Nel corso degli incontri con il presidente del Kazakhstan, con i presidenti di entrambe le Camere del Parlamento (Senato e Majilis) e con altri funzionari - continua il comunicato - è stato evidenziato da entrambe le parti che l'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa può svolgere un ruolo importante nel contribuire alla costruzione di istituzioni democratiche efficaci e alla promozione dei diritti umani in Kazakhstan. È stata concordata la necessità di valutare l'efficacia dell'attuale accordo di cooperazione tra PACE e il Kazakhstan (firmato nel 2004) e di esplorare diverse opzioni per una collaborazione rafforzata e reciprocamente vantaggiosa (come, ad esempio, lo status di Partner per la democrazia).
    Daems ha elogiato la decisione del Kazakhstan di abolire totalmente la pena di morte nel Paese e ha accolto con favore la dichiarazione rilasciata dal presidente Tokayev, appena due ore prima del loro incontro, sulla piena integrazione delle disposizioni del Secondo protocollo opzionale della convenzione internazionale sui diritti civili e politici (legati all'abolizione della pena capitale) nel sistema giuridico kazako.
    Daems - specifica inoltre il comunicato sul sito web di PACE - ha sottolineato l'importanza di intensificare i lavori volti a stabilire uno spazio giuridico comune tra l'Europa e il Kazakhstan e ha fortemente incoraggiato le autorità ad allineare ulteriormente la legislazione kazaka agli standard europei. A tal fine, il presidente di PACE ha evidenziato l'importanza per il Kazakhstan di aderire a varie Convenzioni del Consiglio d'Europa aperte a Stati non membri, come la Convenzione di Lanzarote o la Convenzione sulla lotta contro la tratta di esseri umani.
    Accogliendo favorevolmente i recenti passi compiuti dalle autorità del Kazakhstan per combattere la violenza domestica e contro le donne, Daems ha invitato il Paese ad accelerare la sua adesione alla Convenzione di Istanbul (per la quale l'invito ad aderire è stato formulato dal Comitato dei Ministri nel 2020) e ha ricevuto assicurazioni della ferma intenzione del Kazakhstan di firmare e ratificare questa Convenzione in un prossimo futuro. Il presidente di PACE ha anche parlato alla tavola rotonda nazionale sull'uguaglianza di genere e la protezione dei diritti delle donne. (ANSA).
   

In collaborazione con l’Ambasciata del Kazakhstan

Modifica consenso Cookie