Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina: People's Bank of China, nuove norme per criptovalute

Per la regolamentazione di bitcoin e stablecoin

(ANSA-XINHUA) - BO'AO, 19 APR - La People's Bank of China sta studiando norme volte a regolamentare bitcoin e stablecoin. Lo ha reso noto ieri Li Bo, vice governatore della banca centrale, in un forum secondario della conferenza annuale Boao Forum for Asia.
    Affinché le stablecoin diventino uno strumento di pagamento ampiamente utilizzato in futuro, devono essere soggette a una stretta sorveglianza da parte di istituti finanziari come le banche o organi equivalenti, ha dichiarato Li in un discorso tenuto in videoconferenza.
    Con il termine 'Stablecoin' si fa riferimento alle iniziative di valuta digitale sostenute da grandi aziende tecnologiche o finanziarie, sviluppate sulla base della tecnologia blockchain.
    Il vice governatore ha affermato che devono essere prese misure che impediscano alla speculazione sulle criptovalute di provocare grandi rischi finanziari, aggiungendo che questi beni sono opzioni di investimento e non valute in sé.
    Lo stesso Li ha continuano dicendo che se le criptovalute avranno un ruolo, saranno utilizzate come strumenti di investimento o investimenti alternativi e che molti Paesi, tra cui la Cina, stanno studiando l'ambiente normativo in cui dovranno rientrare, anche se non esiste un calendario per la distribuzione a livello nazionale dello yuan digitale.
    Il vice governatore ha concluso sostenendo che l'internazionalizzazione del RMB è un processo naturale, che non punta a sostituire il dollaro americano o qualsiasi altra valuta, ma che permette al mercato di scegliere liberamente.
    (ANSA-XINHUA).
   

    Responsabilità editoriale Xinhua.

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie