Mondo

In collaborazione con l’Ambasciata del Qatar

L'ambasciatore del Qatar, 'fieri dell'amicizia con l'Italia'

Il discorso in occasione della Festa nazionale del 18 dicembre

ROMA

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - "Sotto la guida di Sua Altezza Sheikh Tamim bin Hamad Al Thani, Emiro dello Stato del Qatar, lo Stato del Qatar sta vivendo una fase di sviluppo straordinario in tutti i settori, con una solida presenza internazionale in tutti gli ambiti di interesse mondiale e regionale". Lo ha detto l'ambasciatore del Qatar in Italia, Khalid bin Youssef Al Sada, in occasione di un ricevimento organizzato in un hotel romano per la festa nazionale del Qatar che cade il 18 dicembre insieme a rappresentanti delle istituzioni politiche e militari italiane, ambasciatori, membri della stampa e dell'industria italiana.
    "I principi e le regole tramandati dalle precedenti generazioni, il rispetto della sovranità dei popoli e della loro civiltà, la convinzione della necessità del dialogo tra le culture e le nazioni - ha detto l'ambasciatore secondo quanto riferisce una nota dell'ambasciata - hanno portato il Qatar ad essere un esempio per molti altri Paesi. La prosperità e lo stato di sviluppo in tutti i settori, oltre ai traguardi raggiunti nella sua politica interna e nei rapporti internazionali con le sue alleanze strategiche, sono elementi di orgoglio per tutti noi. Noi in Qatar siamo fieri dei rapporti bilaterali con la Repubblica italiana amica: rapporti strategici fondati su una lunga storia di amicizia e su interessi reciproci. Il nostro impegno per questo rapporto è quello di lavorare per il suo sviluppo in tutti gli ambiti".
    "Siamo molto contenti - ha proseguito l'ambasciatore - di ciò che abbiamo realizzato finora con la presenza della sede del Consolato Generale a Milano, l'Addetto militare a Roma e la cooperazione a livello militare che ha portato anche alla consegna della prima corvette Al Zubarah realizzata per il Qatar da Fincantieri, nonché i vari investimenti nel turismo in Sardegna, Roma, Firenze, Venezia e il progetto di Porta Nova a Milano, e la cooperazione in ambito sanitario. Il volume dello scambio commerciale tra i nostri due Paesi è cresciuto negli ultimi anni a livelli eccellenti e recentemente abbiamo festeggiato l'inaugurazione dell'Hub di Rovigo di Adriatic LNG come centro nevralgico per la distribuzione del gas, dopo 12 anni dall'inaugurazione del Terminal Adriatic LNG che garantisce il 10% della domanda di energia dell'Italia".
    "Abbiamo registrato inoltre con piacere un aumento della presenza italiana in Qatar nei settori industriali, ingegneristici, della finanza e degli investimenti, e nelle infrastrutture in particolare per i progetti legati ai Mondiali di Calcio del 2022 che sono in fase di completamento secondo i tempi previsti. Il Qatar infatti si sta preparando a ospitare tra meno di un anno questo importante evento calcistico internazionale che per la prima volta viene ospitato in Medio Oriente. Il nostro auspicio è di accogliere tutti i nostri amici italiani - ha detto Khalid bin Youssef Al Sada - e degli altri Paesi del mondo in occasione dei Mondiali in modo da condividere insieme questo sport meraviglioso e far conoscere loro la nostra storia e la nostra cultura. Siamo convinti infatti che la conoscenza e la condivisione siano la via per la comprensione e la pace".
    "Eccellenze, ciò che posso presentare oggi in questo discorso mentre festeggiamo non basta per spiegare ciò che abbiamo realizzato con l'amica Italia: si tratta di un lavoro fatto insieme per tanti anni che si è tradotto in tanti accordi, memorandum of understanding siglati durante le visite dei rappresentanti dei nostri due Paesi che riguardano tutti i settori fino al Dialogo Strategico tra i Ministeri degli Esteri.
    La collaborazione tra Italia e Qatar continua anche per affermare la pace in Medio Oriente e nel mondo. In Afghanistan in particolare - ha sottolineato l'ambasciatore - il Qatar lavora come piattaforma di dialogo e ha garantito il suo massimo impegno per l'evacuazione di 70 mila persone. Concludendo, ci tengo a elogiare le autorità italiane per il lavoro svolto per il contenimento della pandemia durante la quale Italia e Qatar hanno collaborato per rispondere nel modo più efficace all'emergenza sanitaria. La sfida è globale e richiede una risposta internazionale", ha concluso. (ANSA).
   

In collaborazione con l’Ambasciata del Qatar

Modifica consenso Cookie