ANSAcom
ANSAcom

Salone del Risparmio: è record con 20.000 visitatori

Trabattoni, edizione straordinaria. Avanti con entusiasmo

Milano ANSAcom
Il Salone del Risparmio 2022 si chiude con oltre 20mila partecipanti, di cui più di 13mila in presenza e circa 7mila collegati online. E' un'edizione da record con numeri di partecipazione mai visti prima, nemmeno nella fase pre-pandemica. “E’ un edizione straordinaria. La nostra industria non si è mai fermata e proseguiamo con entusiasmo”, ha detto Trabattoni, dando appuntamento dal 16 al 18 maggio 2023 per la tredicesima edizione del Salone del Risparmio.
Chiudendo i lavori della kermesse con una conferenza dedicata a fiducia, investimenti e conoscenza, il presidente di Assogestioni ha detto: "Da qui guardo con ancora più entusiasmo al mio percorso di presidenza nel prossimo triennio, con la convinzione che le persone saranno il vero motore dello sviluppo della nostra industria. In particolare, i risparmiatori, che dovranno essere il fulcro delle nostre strategie". In questi giorni "abbiamo avuto la conferma di come la fiducia, e quindi le relazioni umane, siano fondamentali per lo sviluppo di un’industria sempre più orientata agli obiettivi di lungo termine, che combinino performance finanziarie e sostenibilità". Ai risparmiatori "dobbiamo guardare con più attenzione, con iniziative di educazione finanziaria che li possano accompagnare in una gestione ottimale della liquidità, alla luce del ritorno dell’inflazione, e delle fasi di volatilità di mercato, come quella attuale, inasprita dalle tensioni geopolitiche. È responsabilità della nostra industria accompagnare gli investitori con soluzioni trasparenti, chiare e comprensibili. In questo percorso, dobbiamo essere in grado di sfruttare le opportunità che ci fornisce l’innovazione, e in particolare la tecnologia digitale, sia in ambito di prodotto, che di servizio, che di educazione finanziaria, non da ultimo per avvinarci alla platea degli investitori del futuro”.
I risparmiatori sono anche al centro dello studio Assogestioni-Censis, che indaga la propensione a risparmiare e investire delle famiglie italiane nel post-pandemia. “Dal Rapporto emergono le competenze nascoste dei risparmiatori italiani, vale a dire il serbatoio di valori e di capacità al quale hanno saputo attingere per far fronte ai momenti di maggiore incertezza degli ultimi mesi”, ha commentato Fabio Galli, Direttore Generale di Assogestioni. Nel suo intervento Giorgio De Rita, Segretario Generale del Censis, ha sottolineato che “la corsa al risparmio degli italiani è incessante. La propensione al risparmio è diventata strutturale e caratterizzata dalla paura e dall’incertezza per il futuro: il risparmio è la risposta degli italiani a questa paura". Nel corso della plenaria di chiusura è intervenuto anche Marco De Rossi, ceo di WeSchool, la maggiore impresa di EdTech italiana, che ha sottolineato come con “il cambiamento del lavoro innescato dalle piattaforme digitali, rafforzato dalla pandemia e dal lavoro agile e accelerato dall’incertezza del nuovo contesto geopolitico e finanziario, si crei un nuova fase economica dove la supremazia tecnologica e l’autonomia dei talenti disegnano le professioni del domani. L’innovazione della didattica e della formazione diventa per noi europei la sfida per rimanere rilevanti”

In collaborazione con:
Salone del risparmio 2022 - Assogestioni

Archiviato in


Modifica consenso Cookie