Eurocamera, passi avanti nei rapporti Usa-Ue ma rimangono divergenze

Ancora non c'è soluzione sui 'dazi 232' su acciaio e alluminio

Redazione ANSA

BRUXELLES - "Sono lieto di vedere che questa piattaforma è operativa circa tre mesi dopo essere stata concordata al vertice Ue-Usa di giugno. Apprezzo anche il fatto che si sia svolto a Pittsburgh, una città che si è trasformata con successo in un polo tecnologico ed è al centro di un'industria all'avanguardia". Cosi il presidente della commissione per il commercio internazionale del Parlamento europeo, l'eurodeputato tedesco Bernd Lange (S&d) riguardo all'inaugurazione del Consiglio per il commercio e la tecnologia (Ttc).

"Tuttavia, permangono interessi diversi e persistono alcune irritazioni commerciali. Ad esempio, i colloqui tra il vicepresidente esecutivo Dombrovskis e i suoi omologhi statunitensi non hanno ancora portato a una soluzione per i cosiddetti "dazi 232" su acciaio e alluminio. Questi colloqui devono rispettare le diverse posizioni e devono essere costruiti sulla fiducia reciproca e portare a risultati concreti a beneficio dello sviluppo sostenibile e delle persone", continua Lange.

"Ora la sfida è tenere tutti in piedi. Spero che il lavoro tecnico continui presto e che avremo un altro incontro del Ttc nella prima metà del prossimo anno. Anche all'interno del Parlamento europeo stiamo seguendo da vicino gli sviluppi. Il gruppo di monitoraggio della commissione sul commercio internazionale del Parlamento europeo sta esaminando il processo e avrà Dombrovskis come ospite a discutere lo stato dei lavori il 26 ottobre alla prossima riunione", conclude l'eurodeputato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie