Faccia a faccia Macron-Sassoli, sul tavolo le nomine Ue

I socialisti puntano a mantenere presidenza Pe e cercano alleati

Redazione ANSA

BRUXELLES - Faccia a faccia a Strasburgo al Parlamento europeo fra il presidente dell'Eurocamera David Sassoli ed il capo di Stato francese Emmanuel Macron a margine della cerimonia in memoria dell'ex presidente francese Valéry Giscard d'Estaing, deceduto un anno fa a 94 anni. Sul tavolo le varie sfide europee, tra cui anche il rinnovo delle cariche di metà mandato.

Il Parlamento europeo a metà gennaio si avvia infatti ad eleggere il suo nuovo presidente dopo Sassoli. A reclamare quel posto ci sono i Popolari che hanno candidato ufficialmente Roberta Metsola, chiedendo che venga rispettato l'accordo siglato ad inizio legislatura che prevede una staffetta fra il candidato dei Socialisti e quello del centrodestra. Ma gli S&D non ci stanno.

"Il nostro gruppo sta lavorando unito per confermare la presidenza per i socialisti e democratici", ha affermato il capodelegazione del Pd Brando Benifei. Si preannuncia dunque una battaglia all'ultimo voto mentre entrambi i gruppi corteggiano in primis Renew Europe, che in questa partita sarà l'ago della bilancia. E il faccia a faccia odierno fra Sassoli e Macron, espressione dei Liberali, può essere letto proprio in questa prospettiva.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie