di Redazione ANSA
Lo afferma uno studio del programma Iuc-Lac finanziato dall'Ue

Servizio City card Genova tra le 'best practice' Ue

BRUXELLES - Il servizio City card della città di Genova è inserito nella 'pratiche virtuose' dallo studio Iuc-Lac Open Dialogues, la prima pubblicazione con le raccomandazioni per i territori per affrontare il periodo della ripresa dall'emergenza Coronavirus. Secondo lo studio, messo a punto nell'ambito del Programma internazionale di Cooperazione urbana per l'America Latina e i Caraibi (Iuc-Lac), finanziato dall'Ue, "questo servizio è un nuovo strumento che calcola la distribuzione spaziale e temporale dei visitatori nelle attrazioni turistiche e consente la riorganizzazione dei servizi, garantendo il rispetto della distanza di sicurezza". Il servizio, secondo la pubblicazione, è quindi una delle "migliori pratiche in termini di spazio pubblico" tra quelle presentate dalle oltre 30 città in Europa e America Latina che si sono riunite per ripensare i loro spazi pubblici nello scenario che segue l'emergenza Coronavirus. Tra le città virtuose anche Torino, con il progetto pilota per l'uso di auto ibride con geofencing.