Dieselgate, Volkswagen raggiunge accordo con consumatori su rimborsi

Risarcimenti fino a 6257 euro, interessati circa 260mila proprietari auto. Altroconsumo avvia azione collettiva

Redazione ANSA

Sulla questione dei risarcimenti per il dieselgate è stato raggiunto "un accordo globale" tra Volkswagen e le organizzazioni dei consumatori, dopo il fallimento dei precedenti colloqui. Lo ha reso noto il tribunale superiore di Braunschweig che ha mediato la conciliazione nei giorni scorsi. Saranno circa 260.000 proprietari di veicoli diesel di Volkswagen che riceveranno un risarcimento compreso tra 1350 e 6257 euro, a seconda del modello e dell'età della loro auto. Lo ha annunciato a Berlino l'associazione federale centrale delle associazioni di tutela dei consumatori (Vzbv). L'associazione federale e Volkswagen si sarebbero accordati per un pagamento corrispondente in media al 15% del prezzo d'acquisto originario. Lo ha riferito l'associazione Vzbv. Entrambe le parti avevano concordato un "accordo globale", secondo il Tribunale regionale superiore di Braunschweig.

Il movimento Altroconsumo ha avviato un'azione collettiva contro Volkswagen per il Dieselgate. Lo si legge in una nota in cui viene spiegato che "è arrivata in queste ore la notizia del raggiungimento di un accordo tra il gruppo Volkswagen e la federazione di consumatori tedeschi Vzbv". "Si tratta di un risarcimento complessivo di 830 milioni euro - afferma il Movimento - che corrisponde a un valore oscillante tra 1.350 e 6.257 euro per ciascun consumatore, a seconda del modello e dell'età dell'auto". "È giunto il momento che tutti gli automobilisti che sono stati lesi da Volkswagen - commenta il portavoce Ivo Tarantino - ricevano un giusto risarcimento e come Altroconsumo diamo voce ad oltre 75mila consumatori che hanno aderito alla nostra class action e che a maggior ragione adesso si aspettano di arrivare il più presto possibile ad una soluzione".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie