Bosch CES 2020, tanti vantaggi con rivoluzionari display 3D

Informazioni più importanti 'balzano' all'occhio del guidatore

Redazione ANSA ROMA

Nei prossimi anni le automobili cambieranno forse più nell'abitacolo che nel design esterno, come conseguenza dei livelli sempre più estesi di guida autonoma e della implementazione della connessione alla rete. In questa 'rivoluzione' una nuova generazione di display digitali svolgerà un ruolo chiave nell'interazione tra i conducenti e i loro veicoli, cambiando le modalità di fruizione delle informazioni e dei contenuti d'intrattenimento. Al CES 2020 di Las Vegas Bosch anticipa questi cambiamenti con una nuova famiglia di display 3D, che utilizzano una tecnologia tridimensionale passiva, il che significa che non servono occhiali o visori e che non utilizzano telecamere per il rilevamento degli occhi. L'effetto 3D realistico viene visualizzato più velocemente rispetto ad uno schermo tradizionale e può essere osservato da diverse prospettive e da più passeggeri contemporaneamente. La profondità di campo del nuovo display Bosch può aiutare i conducenti a cogliere rapidamente importanti informazioni, come quelle che provengono dai sistemi di assistenza. E' il caso degli avvisi di coda o di ingorgo, una comunicazione urgente al guidatore che può letteralmente 'saltar fuori' dal cruscotto e catturare l'attenzione di chi è ai comandi dell'auto. Altra situazione in cui il display 3D Bosch offre grandi vantaggi è la retromarcia: l'immagine della telecamera visualizzata in tre dimensioni è più realistica, e consente una rilevazione tempestiva degli ostacoli e aiuta ad avvicinarsi ai limiti entro cui manovrare. A vettura ferma, o quando a disposizione dei passeggeri nei posti posteriori, il nuovo display 3D Bosch crea anche un nuovo tipo di esperienza per videogiochi, film in 3D e integrazione delle funzioni e delle App dello smartphone. Il display 3D Bosch utilizza un processo auto-stereoscopico per produrre l'effetto tridimensionale. Una struttura inclinata - nota anche come optical stock (pila ottica) - viene applicata a un normale display automobilistico. La luce dei singoli pixel viene rifratta o diffratta dall'obiettivo e orientata nella direzione appropriata per creare l'effetto 3D per l'osservatore. "I display stanno diventando veri sistemi interattivi in grado di anticipare meglio le esigenze individuali degli automobilisti - ha affermato Steffen Berns responsabile del settore Car Multimedia di Bosch - e in questo ambito Bosch ha un enorme potenziale con i nuovi prodotti 3D".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie