CES 2020, General Motors decide ridimensionamento presenza

Per le presentazioni scelti Oscar a Hollywood e Salone Detroit

Redazione ANSA ROMA

Una presenza annunciata, poi cancellata e poi di nuovo modificata quella di General Motors al Consumer Electronics Show (CES) 2020 di Las Vegas. Nel corso degli scorsi mesi era stata confermata la presenza del CEO del Gruppo, Mary Barra, come 'keynote speaker' all'apertura dell'evento, ma il successivo ridimensionamento della partecipazione al CES ''ridotta rispetto al programma originale'' - si leggeva in un comunicato ufficiale - ha spinto non solo a cancellare la presenza della Barra (sostituita nel programma delle conferenze da Ola Kaellenius CEO di Daimler AG) ma anche a decidere altri tempi e altre collocazioni per i lanci delle ultime tecnologie di GM. La versione 2021 del maxi suv Cadillac Escalade, in cui debutterà la prima applicazione di grande serie di un display OLED curvo da 38 pollici e densità dei pixel 4K, è stata ad esempio programmata il 4 febbraio a Hollywood cioè durante la settimana degli Oscar. E allo stesso modo - riferisce il magazine Motor Trend - la presentazione del primo modello 100% elettrico con brand Cadillac, che la Barra ha definito ''una importantissima storia da raccontare'' potrebbe slittare a giugno, in occasione della nuova data del North American International Auto Show (NAIAS) di Detroit.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie