Norman contro Woods, è "irrispettoso"

Lettera senza risposta dopo Masters, prime ruggini nel 2009

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 05 NOV - "Dopo la vittoria al Masters ho scritto una lettera di congratulazioni a Tiger Woods: non mi ha mai risposto". Greg Norman, tra i migliori golfisti degli anni Ottanta e Novanta, punta il dito contro Woods. "Probabilmente non gli starò simpatico ma mi aspettavo un comportamento diverso, più rispettoso. Ho percorso molta strada e consegnato la missiva alla vigilanza presente davanti alla sua abitazione.
    Quando vinsi il mio primo torneo importante Jack Nicklaus fu il primo a complimentarsi con me. Eppure a Tiger ho sempre portato rispetto. Su richiesta del papà, quando ero al 1/o posto del world ranking, giocai con lui nove buche. Aveva 14/15 anni, mi era stata chiesta una valutazione relativa alle qualità del ragazzo. Peccato". Ma in America sono certi. Woods non ha mai perdonato allo Squalo Bianco del golf, tra i giocatori più amati dal pubblico e vincitore in carriera di 91 tornei, le dichiarazioni arrivate nel momento più buio della carriera di "Big Cat". Dopo gli scandali extra-green iniziati nel 2009 e le operazioni alla schiena di Woods, Norman dichiarò pubblicamente di non credere in un grande ritorno sulla scena mondiale del campione americano. Nel 2011 arrivò poi la frattura definitiva con Norman, capitano del Team Internazionale alla Presidents Cup, che criticò l'omologo Fred Couples (Stati Uniti) per aver puntato su Tiger. Per la stampa americana Woods non ha mai perdonato le uscite al veleno di Norman, di qui la decisione di non rispondere alla missiva inviatagli.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA