Trasporti:da Ue 12 mln per stazioni gnl nel Porto di Venezia

Fondi anche a Snam per 9 punti rifornimento gas in Italia

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 2 OTT - Costruire nel porto di Venezia stazioni di stoccaggio e rifornimento di gas naturale liquefatto (gnl), che possano essere utilizzare sia da mezzi su gomma, che da navi e barche per la navigazione interna. Questo lo scopo del progetto che riceverà 12 milioni di finanziamento dall'Unione europea attraverso lo strumento Connecting Europe Facility (Cef). Lo ha annunciato la Commissione Ue, che ha incluso l'iniziativa del valore totale di 60,7 milioni di euro nella lista di 49 approvate ieri nel quadro del Cef. Il progetto veneziano rientra all'interno del piano nazionale Gainn_It, che punta a facilitare e promuovere in Italia l'utilizzo multimodale del gnl. La conclusione dei lavori è prevista per settembre 2022. Sempre in Veneto, la provincia di Padova sarà interessata da un secondo progetto riguardante la promozione del gnl e del gas naturale compresso (gnc), che riceverà un finanziamento Ue di 1,4 milioni. L'iniziativa portata avanti da Snam4Mobility, sussidiaria di Snam, il cui valore totale è quasi 7 milioni di euro, punta a realizzare in Italia 9 stazioni di rifornimento gnl e gnc lungo i nodi principali dei corridoi transeuropei per i trasporti. Fra le altre province coinvolte ci sono quelle di Brescia, Bologna, Pesaro, Roma, Napoli e Bari. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: