Acea,molto preoccupati target Pe,rischi negativi occupazione

'Forzerebbero industria a cambiamento drammatico a tempi record'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 3 OTT - "Restiamo particolarmente preoccupati dai target di riduzione della CO2 estremamente aggressivi e dall'imposizione di quote di vendita per vetture elettriche", in quanto tutto questo "rischia di avere un impatto molto negativo sull'occupazione nell'intera catena del valore dell'automotive". E' la denuncia del segretario generale dell'associazione dei costruttori auto europei dell'Acea, Erik Jonnaert, dopo il voto dell'Europarlamento. Queste nuove norme "forzerebbero l'industria a un cambiamento drammatico a tempo di record", oltre al fatto, denuncia ancora l'Acea, che "non c'è garanzia che avremo il giusto quadro in piedi per facilitare questa improvvisa transizione alla mobilità elettrica", dalla mancanza dei punti di ricarica all'armonizzazione degli incentivi per gli acquisti di veicoli estremamente costosi.

"Possiamo solo sperare", concludono i costruttori, "che i governi nazionali portino un po' di realismo sul tavolo quando adotteranno la loro posizione comune sui target la prossima settimana".(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: