Primo ok Ue a norme più semplici per pmi che puntano a Borsa

Di 20mln solo 3mila sono quotate a causa dei costi elevati

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 6 MAR - Via libera degli ambasciatori Ue alla proposta che punta ad aiutare le pmi che cercano di quotare ed emettere titoli sui mercati finanziari, tutelando gli investitori e l'integrità del mercato. L'iniziativa riguarda nello specifico i "mercati di crescita per le pmi", ovvero una categoria di sistemi di negoziazione dedicata ai piccoli emittenti introdotta di recente. Sulla base di questo testo la presidenza avvierà i negoziati con il Parlamento europeo il 6 marzo. Le pmi, ricorda il Consiglio Ue, sono fondamentali per creare occupazione, ma il loro finanziamento dipende in larga misura dai crediti bancari. "Ecco perché è essenziale aiutarle attivamente a diversificare le loro fonti di finanziamento, fornendo un accesso più semplice e agevole ai mercati dei capitali", scrive la Ue, ricordando che su un totale di 20 milioni di pmi in Europa, solo 3000 sono attualmente quotate in borsa, a causa degli elevati costi di conformità e alla liquidità insufficiente. Le norme proposte puntano a ridurre gli oneri amministrativi e a diminuire le lungaggini burocratiche cui devono far fronte le imprese più piccole.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: