Ambiente: Regioni Ue, tutela biodiversità sia priorità Europa

Presidente CdR, report Onu è 'chiamata emergenza' ai governi

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - L'Unione europea deve mettere la protezione della biodiversità in cima alla sua agenda, accanto agli sforzi per tagliare drasticamente le emissioni di carbonio. È quanto chiede il presidente del Comitato europeo delle Regioni (CdR), Karl-Heinz Lambertz, il giorno dopo l'allarme lanciato del report degli esperti delle Nazioni Unite sul rischio che un milione di specie animali e vegetali si possano estinguere nel futuro prossimo.

Lambertz definisce il documento "una chiamata di emergenza a tutti i livelli di governo" che devono ora lavorare insieme per impedire che l'allarmante previsione si trasformi in realtà. "La natura ci dà la vita, e noi la stiamo distruggendo. Dobbiamo trovare urgentemente un modo per 'nutrire' il mondo e assicurare uno sviluppo sostenibile, rigenerando la biodiversità", ha dichiarato Lambertz. Il CdR è coinvolto nello sviluppo di una strategia europea post 2020 per la biodiversità con una serie di raccomandazioni adottate nell'ottobre scorso dalla plenaria. Queste insistono sulla necessità che le città Ue diventino più sostenibili e in grado di conservare la biodiversità dell'ambiente.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: