Lambertz (Cdr), Ue sostenga la cooperazione fra regioni del Mediterraneo

Plenaria Arlem stila priorità per azione comune, clima al top

Redazione ANSA BARCELLONA

BARCELLONA - "La situazione nel Mediterraneo è complessa, ma non c'è motivo di ridurre gli scambi" tra le città e le regioni europee e i Paesi partner del sud, "serve invece una cooperazione sostenuta dai fondi Ue con le politiche di vicinato". È il messaggio consegnato dal presidente del Comitato europeo delle Regioni, Karl-Heinz Lambertz, alla plenaria dell'Assemblea regionale e locale euromediterranea (Arlem) a Barcellona.

Nel corso della riunione, i rappresentanti dell'Arlem - a cui partecipano, oltre ai Paesi Ue del Med, Egitto, Turchia, Algeria, Marocco, Tunisia, Israele, Giordania, Libano, Mauritania, Palestina, Monaco, Albania, Bosnia-Erzegovina e Montenegro - hanno licenziato le priorità per i prossimi due anni. Il piano d'azione comune prevede lotta al cambiamento climatico, sviluppo territoriale sostenibile, occupazione, digitalizzazione e politiche a favore delle donne.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: