Europee:Rossi, non basta dire 'più Europa', serve Ue sociale

Governatore Toscana (Mdp), sinistra lavori per riunificazione

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 11 APR - Se i partiti non "nazional-populisti" cominceranno una sorta di competizione fra chi è più europeista, sarà "una gara nobile. Sono però convinto che non basti dire 'più Europa', ma bisogna dire che serve un'Europa sociale". Così il governatore della Toscana, Enrico Rossi (Mdp-Art 1), rispondendo ai cronisti a margine della plenaria del Comitato europeo delle Regioni.

"La frattura fra il popolo e l'Europa deriva dalle politiche di austerità, che bisogna cambiare perché hanno prodotto paura, risentimento e blocco nell'avanzamento sociale", ha aggiunto Rossi, spiegando che alle elezioni europee sosterrà "i socialisti europei".

"C'è una sinistra che si relega a un ruolo di testimonianza, rispettabile, ma che non credo serva. In Italia oggi chi è a sinistra non può che lavorare per la ricostruzione e la riunificazione - ha continuato - dobbiamo ritrovare anche il senso dell'unità senza rancore. Io ho fatto un voto: non polemizzerò con nessuno di coloro che si oppongono ai nazional-populisti, che vanno battuti sul campo. Vale per la Lega e per il M5S, fra cui c'è una base comune che forse si vede meglio dall'Europa che dall'Italia".(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: