Giro: seggiovia 'rosa' celebra tappa allo Zoncolan

Impianto autografato da Gilberto Simoni. 'Pronto a novembre'

Redazione ANSA TRIESTE

 Il Friuli Venezia Giulia dedica una delle "sue" seggiovie al Giro d'Italia e lo fa sul monte Zoncolan, punto d'arrivo della tappa odierna della corsa rosa.
    La seggiovia "Val di Nûf", l'impianto che da valle conduce in quota, è la prima in regione a sei posti: sei file delle sue seggiole - tante quante i vincitori della tappa, compreso chi si aggiudicherà la gara oggi - si tingeranno del "rosa Giro", riportando i nomi dei campioni che hanno compiuto l'impresa raggiungendo la vetta del Kaiser.
    Ieri sera, durante una cerimonia a Tolmezzo, Gilberto Simoni, due volte vincitore della tappa dello Zoncolan nel 2003 e nel 2007, ha autografato il plexiglass che sarà poi riprodotto sulla seggiola; firmeranno anche Ivan Basso, Igor Antòn, Michael Rogers, Chris Froome. Il progetto è ideato da PromoTurismoFVG, l'ente di promozione turistica del Fvg.
    Come ha spiegato ieri sera l'assessore regionale al Turismo, Sergio Emidio Bini, la seggiovia verrà inaugurata a novembre quando partirà la nuova stagione sciistica in Fvg. "La scalata al Kaiser - ha poi osservato il vicepresidente del Fvg, Riccardo Riccardi - rappresenta per tutti noi un simbolo di fatica ma anche di ripartenza da una situazione pandemica che tutti insieme abbiamo scalato e che ora stiamo scollinando".
    L'assessore regionale alle Finanze, Barbara Zilli, ha ricordato il valore dello sport giovanile in regione, dal quale sono emerse figure importanti come il conterraneo Alessandro De Marchi, il "Rosso di Buia" che in questa edizione del giro ha vestito la maglia rosa. "Il Fvg - ha detto Zilli - conferma la tradizione ciclistica che nel tempo ha sfornato grandi campioni e grandi promesse di questo sport.
    La Regione sostiene i vivai per dare a tutti l'occasione di lavorare per poter raggiungere grandi palcoscenici internazionali come il Giro d'Italia".
    Il nuovo impianto trasporterà oltre ai pedoni e agli sciatori anche le biciclette, attraverso i 52 "veicoli" che viaggeranno in senso orario a un dislivello di circa 300 metri, sempre con una portata di 2.400 persone all'ora a massima capienza. Sei seggiole, rispetto alle quattro attuali, oltre alla stazione di valle e di monte, riprenderanno i colori e i loghi del Giro. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie