Beverly Pepper-Arnaldo Pomodoro, incontro a Festival Arti

Iniziative dal 24 luglio a settembre

Redazione ANSA PERUGIA

(ANSA) - PERUGIA, 16 LUG - Entrambi artisti di fama internazionale. Entrambi hanno sempre omaggiato l'Umbria. E tutti e due sono "nati" artisticamente a Spoleto, dove dall'incontro datato 1962 è nata anche la loro amicizia. Ed ora a Todi si "incontrano" nuovamente. Sono tante le cose in comune tra Beverly Pepper e Arnaldo Pomodoro, che hanno indirizzato così il ricco programma del Festival delle arti 2021 a portare e valorizzare in Umbria le opere dei due scultori. L'evento - presentato a Perugia in una conferenza stampa - prenderà il via il 24 luglio, con appuntamenti in programma fino a domenica 26 settembre ed in parte inseriti anche nella successiva programmazione di Todi Festival. Riflettori puntati soprattutto sulle quattro Stele di Arnaldo Pomodoro, un'imponente installazione di colonne bronzee alte sette metri in piazza del Popolo a Todi che punta a ricreare lo stesso effetto che nel 1979 provocarono, nello stesso luogo, le maestose quattro Sentinelle di Beverly Pepper. Ma tante altre sono le iniziative in programma per 'Arnaldo Pomodoro e Beverly Pepper - Walking in Art', con l'obiettivo quindi di mettere in dialogo Pomodoro, come nessun altro scultore italiano, con le opere della Pepper. Dopo il successo della prima edizione, tenutasi lo scorso anno tra Todi, L'Aquila e Venezia in omaggio all'artista statunitense Pepper, installazioni, mostre, art talk e urban art tour saranno gli ingredienti del secondo appuntamento. Promosso dalla Fondazione Progetti Beverly Pepper, in collaborazione con il Comune di Todi, la Fondazione Arnaldo Pomodoro di Milano e il Todi Festival, il Festival delle Arti pone così le sue solide basi sulla storica amicizia tra Beverly Pepper e uno dei più grandi scultori contemporanei italiani, Arnaldo Pomodoro, al quale l'evento renderà quest'anno un ampio e diffuso omaggio.
    Amava profondamente l'Umbria Pepper (Todi è stata la sua seconda casa) e l'ama ancora oggi Pomodoro dall'alto dei suoi 95 anni. Anche se i due hanno opere nelle piazze di tutto il mondo, loro numerose tracce artistiche sono sparse pure in tutta la regione. Un felice connubio tra arte e luoghi che ha trovato nell'Umbria un palcoscenico d'eccezione essendo le sculture dei due artisti già presenti in varie località: da Todi a Spoleto, passando per Terni, Gubbio, Bevagna, Assisi, Panicale, Brufa e Torgiano. Un itinerario artistico contemporaneo in grado di incrociare costantemente la vita e le opere dei due scultori nel territorio umbro che sarà accompagnato quindi anche da una campagna di engagement sui social attraverso l'hashtag #DearUmbria. A presentare il programma, insieme alla curatrice del Festival Francesca Valente e al presidente della Fondazione Progetti Beverly Pepper Michele Ciribifera (è stato assistente di Pepper per 30 anni), c'erano anche la presidente della Regione Umbria Donatella Tesei, il sindaco di Todi Antonino Ruggiano e il vice direttore dell'Accademia di Belle Arti 'Pietro Vannucci' Nicola Renzi. Il sipario si alzerà quindi il 24 luglio, alle ore 17, con i riflettori puntati sull'installazione temporanea delle quattro Stele (1997-2000), in piazza del Popolo a Todi, e degli Scettri (1987-1988) presso i vicini Giardini Oberdan. Si tratta in questo caso di cinque sculture in alluminio concesse in comodato d'uso gratuito, a lungo termine, dalla Fondazione Arnaldo Pomodoro alla città di Todi. "Una data memorabile nella storia di Todi e non solo" ha commentato la curatrice Valente. Tra le altre iniziative in programma anche la mostra 'Arnaldo, Beverly e l'Umbria - Una storia per immagini', quella collegata al Premio Beverly Pepper e l'esposizione 'Labyr-Into.
    Dentro il labirinto di Arnaldo Pomodoro' (28 agosto-26 settembre). (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie