Mercedes-AMG, lunga vita ai motori termici con E Performance

In arrivo sistema ibrido derivato da F1 anche con 2.0 4 cilindri

Redazione ANSA ROMA

 Mercedes-AMG manda un importante messaggio agli assertori della imminente scomparsa dei motori termici. Facendo ricorso ad una specifica strategia di elettrificazione della catena cinematica, la marca della Stella a Tre Punte dedicata ai modelli high performance dimostra che è possibile coniugare elevate prestazioni e una sorprendente dinamica di marcia con massimi livelli di efficienza, così come richiesto dai legislatori.
    Uno sviluppo, questo, che ha beneficiato e continua a beneficiare di preziose esperienze, frutto della stretta collaborazione con gli esperti di Formula 1 di Mercedes-AMG High Performance Powertrains (HPP) e del team di F1 Mercedes-AMG Petronas. La nuova strategia di propulsione si basa su due pilastri egualmente efficaci. Da un lato, i modelli ibridi riuniti sotto l'etichetta tecnologica E Performance. Dall'altro i modelli derivati AMG con trazione elettrica a batteria che si basano sulla nuova Mercedes Electric Vehicle Architecture (EVA).
  

  "Con la nostra nuova strategia di sistemi di propulsione - afferma Philipp Schiemer, presidente del board di Mercedes-AMG GmbH - proiettiamo il nostro tipico DNA in un futuro elettrificato. I nostri modelli ibridi Performance, completamente sviluppati ad Affalterbach, arriveranno perfino a superare la dinamica di marcia delle nostre attuali vetture, dimostrandosi così assolutamente all'altezza della nostra nuova etichetta tecnologica E Performance", Questa strategia si basa sull'idea di incrementare la potenza disponibile con un motore elettrico supplementare, che permette anche di ottenere emissioni ridotte e minori consumi.
    Il concept, in versione ibrida Performance, abbina il motore AMG a otto o quattro cilindri ad un motore elettrico sincrono ad eccitazione permanente, a una batteria High Performance sviluppata ad Affalterbach (560 celle a 400 Volt raffreddate singolarmente con un fluido non conduttore ad alta tecnologia) e alla trazione integrale AMG Performance 4Matic+ con ripartizione della coppia variabile.
    Il motore elettrico - che a seconda della serie di modelli eroga fino a 150 kW (201 Cv) di potenza e 320 Nm di coppia - è alloggiato sull'asse posteriore e integrato con un cambio a due rapporti a innesto elettrico, nonché con il differenziale autobloccante a gestione elettronica in modo da realizzare una Electric Drive Unit (EDU) compatta.
    Mercedes-AMG partirà con la variante della batteria denominata HPB80 da 6,1 kWh di capacità, 70 kW di potenza continuativa e 150 kW di potenza di picco per dieci secondi. La batteria pesa 89 chilogrammi e raggiunge quindi una densità di potenza di 1,7 kW/kg, il doppi quindi rispetto alle batterie tradizionali senza raffreddamento diretto che la mantiene sempre nella fascia ottimale di circa 45 gradi.
 Sviluppato in esclusiva da AMG il motore elettrico agisce direttamente sull'asse posteriore (senza passare attraverso il cambio AMG Speedshift MCT 9G) e in tal modo riesce a trasmettere la sua potenza direttamente alle ruote, per un effetto boost supplementare in fase di spunto, accelerazione o sorpasso e inserisce il secondo rapporto a circa 140 km/h. In caso di crescente slittamento sull'asse posteriore, la forza motrice del motore elettrico viene trasferita brevemente e secondo necessità anche alle ruote anteriori per garantire una maggiore aderenza alla strada. cosa resa possibile dal collegamento meccanico esistente.
    La strategia di funzionamento 'always on' deriva dal powerpack ibrido della Mercedes-AMG Petronas di Formula 1. La massima potenza è sempre disponibile quando il pilota ne ha bisogno, grazie alle elevate prestazioni del sistema di recupero e di ricarica .Le cifre sulle prestazioni con motore ICE V8 parlano da sole: sono possibili più di 600 kW di potenza del sistema (804 Cv) e più di 1.000 Nm di coppia. Valori che, a seconda del veicolo, permettono un'accelerazione da 0 a 100 km/h in meno di 3 secondi.
    Il prossimo step in questo programma E Performance è rappresentato dall'impiego del motore a quattro cilindri da 2,0 litri con turbocompressore a gas di scarico elettrico. Questo propulsore AMG 2.0 M 139 - già montato trasversalmente nei modelli Performance compatti - nella variante E Performance potrà essere utilizzato anche in senso longitudinale. Il turbocompressore a gas di scarico elettrico, applicato per la prima volta su un veicolo di serie, deriva direttamente dalla Formula 1, dove viene definito come MGU-H (Motor Generator Unit Heat) e già scelto per l'hypercar Mercedes-AMG Project One. Il turbocompressore è alimentato dalla rete di bordo da 400 V e raggiunge regimi anche di 156.000 giri/min, consentendo una portata d'aria molto elevata.
    . L'obiettivo di questo futuro sistema ibrido è di arrivare a livelli di potenza dell'attuale motore V8 biturbo. Nella versione ibrida Performance 4 cilindri è infatti possibile abbinare il 2,0 litri con turbocompressore a gas di scarico elettrico da 330 kW (443 Cv) con un motore elettrico con una potenza massima di 150 kW (201 Cv). Prossimamente questi vantaggi in termini di prestazioni ed efficienza della catena cinematica ibrida a 4 cilindri saranno disponibili con la futura generazione della Mercedes-AMG Classe C.  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie