Mercedes EQS, superato anche il 360° Environmental Check

Da produzione a fine vita, l'ammiraglia elettrica è 100% green

Redazione ANSA ROMA

Una valutazione del ciclo di vita (LCA) dell'ammiraglia elettrica EQS condotta da una organizzazione indipendente su richiesta di Mercedes-Benz ha certificato che questo modello supera l'audit di convalida per tutti gli aspetti e in tutte le fasi del suo ciclo di vita. Quello ottenuto da EQS - si legge nella nota della Casa della Stella a Tre Punte - è il '360° Environmental Check' che fornisce informazioni dettagliate su consumi, emissioni e valutazione del ciclo di vita, nonché sull'utilizzo di materie prime rinnovabili e riciclate.
    Fattori determinanti per la valutazione del ciclo di vita di un'auto elettrica includono infatti la produzione della batteria ma anche i processi di ricarica dell'auto durante il suo funzionamento. In quest'ultimo ambito Mercedes-Benz ha tenuto conto per i calcoli di consumi di EQS di due ipotesi energetiche.
    Nello scenario Mix elettrico UE, viene presa in considerazione per la ricarica della batteria ad alto voltaggio una media del tipo di corrente fornita dalla rete in ambito Ue.
    Nello scenario Rigenerativo, invece, si ipotizza il solo impiego di energia prodotta da fonti rinnovabili sia per le ricariche che per la produzione delle batterie.
    Entrambi gli scenari si basano su una percorrenza nel ciclo vita di EQS pari a 300.000 km. Da notare che per ottimizzare la sostenibilità i catodi della batteria EQS hanno un contenuto di cobalto del 10% rispetto alle altre celle. Inoltre i componenti realizzati in con materiali a risparmio di risorse (materie prime riciclate e rinnovabili) arrivano a 80 kg e con il Cx che parte da 0,20, l'EQS è attualmente l'auto di serie più aerodinamica del mondo. Quest'ultima caratteristica, rispetto a un'auto elettrica aerodinamicamente buona con Cx pari a 0,23, offre un'autonomia superiore del 4-5% (ciclo WLTP) sulla lunga distanza. A livello di componenti è da segnalare che nella EQS i pavimenti utilizzano un nuovo filato di nylon rigenerato Econyl che per ogni 1.000 kg prodotti consente di risparmiare oltre 6.500 kg di CO2 rispetto al materiale vergine.
    La maggior parte dei fornitori dell'azienda, che rappresentano circa il 90% del volume di acquisto annuo, si è impegnato a fornire in futuro solo parti prodotte a emissioni zero. Al più tardi dal 2039 saranno ammessi nelle fabbriche solo i materiali e componenti prodotti con zero emissioni di CO2 in tutte le fasi di creazione del valore.
    La produzione delle batterie agli ioni di litio nello stabilimento di Hedelfingen, parte del sito Mercedes-Benz di Stoccarda-Untertürkheim, sarà a emissioni zero di CO2 dal 2022.
    Nell'ambito di partnership strategiche, Mercedes-Benz ha anche accettato di acquistare la batteria celle prodotte in modo CO2 neutrale, a cominciare dall'EQS.
    E' evidente che il '360° Environmental Check' ha tenuto conto anche della seconda vita delle batterie di EQS, come nel sistema di accumulo di energia di Mercedes-Benz Energy. Insieme ai suoi partner, l'azienda ha già portato sulla rete tedesca tre sistemi di accumulo su larga scala con un totale di circa 50 MWh di energia dai sistemi di batterie per autoveicoli.
    Il valore ambientale di EQS parte anche dalla sua fabbrica e dai metodi di costruzione. Il tetto della Factory 56, il suo impianto di produzione, è dotato di 12.000 moduli fotovoltaici che hanno una potenza massima di circa 5000 kWp e possono quindi coprire circa il 30% del fabbisogno energetico della fabbrica in media annua.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie