Bentley Flying Spur, berlina si innova all'insegna di comfort

Nuovi rivestimenti e colorazioni, più tecnologia

Redazione ANSA ROMA

Bentley Flying Spur, berlina a quattro porte tra le più raffinate al mondo, è stata migliorata a livello di tecnologia e comfort, con nuove opzioni per i rivestimenti interni ed esterni. La City Specification offre una serie di contenuti opzionali e diventa parte dell'offerta standard per il Model Year 22.
    Queste caratteristiche includono: riconoscimento dei segnali stradali, apertura del bagagliaio a mani libere, funzioni di protezione estese, telecamera per la visione dall'alto, illuminazione di benvenuto e specchietti con oscuramento automatico, nonché lo ionizzatore d'aria.
    Ciò aggiunge una maggiore disponibilità ed offerta di funzionalità nell'abitacolo di questa premium car. La silenziosità della Flying Spur beneficia dell'uso della innovativa tecnologia creata per offrire la migliore esperienza nell'abitacolo. rumore, vibrazioni e la durezza sono stati eliminati, contribuendo a garantire prestazioni acustiche elevate.
    Da ora è disponibile un'ulteriore personalizzazione, caratterizzata dalla nuova vernice esterna Cambrian Grey, che fornisce un look alternativo, caratterizzato da un tono grigio solido molto tecnico che ne accentua le caratteristiche prestazionali.
    Nell'abitacolo, le nuove caratteristiche includono l'opzione dell'impiallacciatura a poro aperto, che è rifinita con una laccatura opaca ultrasottile esclusivamente di protezione. Per creare un ambiente capace di offrire livelli di comfort e raffinatezza senza rivali, sono stati utilizzati processi di progettazione virtuale avanzati nei cicli di test e produzione della terza generazione di Flying Spur. Queste tecniche all'avanguardia sono in definitiva più sostenibili, riducendo la necessità di produrre parti fisiche. Il lavoro di individuazione del rumore indesiderato nell'abitacolo si è basato sulla prototipazione virtuale tramite il partner di sviluppo ESI.
    Attraverso questo processo è stato possibile intraprendere un programma di ottimizzazione del peso per il Flying Spur su 40 diversi componenti. Ciò ha garantito che i materiali di isolamento acustico corretti fossero distribuiti nelle giuste posizioni intorno al veicolo, in modo che i passeggeri possano godersi l'esperienza di viaggio più silenziosa possibile, sia che si viaggi per lavoro che per piacere.
    ''Utilizzando la prototipazione virtuale, Bentley è riuscita in ciò che ci eravamo proposti di fare: ottimizzare ogni componente di Flying Spur in primo luogo nel mondo virtuale prima di creare parti fisiche - ha precisato Simon Noble, Acoustic Engineer presso Bentley Motors - . Allo stesso tempo, abbiamo ridotto i prototipi fisici, creando un'esperienza silenziosa in cabina per i nostri clienti. Virtual Prototyping significa che devono essere costruiti meno prototipi e riduciamo il nostro chilometraggio di test. Aiuta anche a influenzare il design e l'ingegneria dell'auto in una fase iniziale e offre vantaggi significativi nella fase di test approfonditi ".
    Questo processo è anche in linea con la strategia Beyond100 di Bentley con la quale l'azienda è mira ad essere end-to-end a impatto zero entro il 2030, in tutte le operazioni che vedono coinvolti i consumi nell'area di Crewe da quella data. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie